Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Ceprano, aggredisce la moglie salvata dai carabinieri

Decorsa notte, in Ceprano, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, traeva in arresto un 46enne del luogo, poiché ritenuto responsabile dei reati di “resistenza a un pubblico ufficiale, lesioni personali, maltrattamenti contro familiari...

Decorsa notte, in Ceprano, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, traeva in arresto un 46enne del luogo, poiché ritenuto responsabile dei reati di "resistenza a un pubblico ufficiale, lesioni personali, maltrattamenti contro familiari e porto di armi od oggetti atti ad offendere". L'uomo, nel corso delle precedente serata, nei pressi di un'Area di Servizio di rifornimento carburanti sito in Ceprano, per futili motivi, aveva aggredito la ex moglie trentasettenne, residente in Ceprano. L'immediato intervento dei militari operanti, nonostante un tentativo di fuga dell'indagato e il successivo tentativo di aggressione nei confronti del personale operante, consentiva l'arresto in flagranza di reato del malvivente, il quale, a seguito di perquisizione personale e veicolare, veniva trovato anche in possesso di un coltello a serramanico e di un manico di piccone, contestualmente sequestrati. Nel corso delle operazioni di rito svolte all'interno della Stazione Carabinieri di Ceprano, l'arrestato veniva improvvisamente colto da malore e, pertanto, veniva trasportato tempestivamente presso l'ospedale di Frosinone dal personale medico sanitario intervenuto del servizio 118 ove veniva riscontrato in stato di "ebbrezza" e successivamente dimesso. Al termine delle formalità di rito, in aderenza alle disposizioni impartite dall'A.G. competente, l'arrestato veniva ristretto nella camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Pontecorvo in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata di domani presso il Tribunale di Frosinone.

PONTECORVO, RECUPERATA INGENTE REFURTIVA CON UNA VASTA OPERAZIONE A LARGO RAGGIO

Nel quadro delle attività recentemente attuate al fine di contrapporre un adeguato contrasto ai fenomeni delittuosi correlati ai reati predatori, consumati essenzialmente nel corso delle ore serali e notturne nell'area di Pontecorvo, i Carabinieri della locale Stazione, capitalizzando gli elementi acquisiti e derivanti dal qualificato controllo del territorio, riuscivano a individuare un possibile canale di ricettazione della refurtiva, il cui terminale portava nella provincia di Caserta. In tale contesto, nella decorsa mattinata, i Carabinieri del Comando Stazione di Pontecorvo congiuntamente ai militari dell'Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo, grazie anche alla fattiva collaborazione dei militari della Compagnia di Caserta, attuavano uno specifico monitoraggio all'interno di un mercato dell'usato in località Casagiove (CE). L'attività consentiva il deferimento alla competente Autorità Giudiziaria di un 57enne residente a Casoria (CE), venditore ambulante, già censito per reati contro il patrimonio, poiché ritenuto responsabile del reato di "ricettazione". Il prevenuto, gestendo una postazione di commercio ambulante di strumenti ed oggetti usati, veniva trovato in possesso di una bicicletta mountain bike modello "lombardo sestriere", del valore di circa 700 euro, destinata alla vendita che, a seguito di specifici accertamenti esperiti consentivano l'acquisizione di oggettivi riscontri direttamente riferibili al furto perpetrato nella notte compresa tra il 30 novembre e il 1° dicembre 2016 a Pontecorvo, all'interno di un Garage condominiale ed ai danni di un 42enne del posto. La refurtiva recuperata veniva prontamente restituita al legittimo proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceprano, aggredisce la moglie salvata dai carabinieri

FrosinoneToday è in caricamento