Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Ceprano

Ceprano, città sconvolta per la morte dei due pensionati finiti nel fiume con la loro auto

Nella giornata di oggi verrà effettuata l'autopsia sui corpi di Umberto Patriarca e di Anna Minchella e verrà ispezionata l'auto per capire cosa possa essere successo

I corpi dei due coniugi di Ceprano che erano rimasti incastrati all'interno della Panda su cui viaggiavano e che è finita nel fondale del fiume Sacco, in territorio di Falvaterra, sono stati trasportati presso l'obitorio di Frosinone. Il magistrato titolare dell'inchiesta Barbara Trotta ha richiesto l'esame autoptico sulle salme. Esame che dovrebbe essere effettuato dal medico legale nella giornata di oggi. All'esito di questo si potranno sciogliere dubbi e perplessità sulla vicenda.

Azione volontaria?

A cominciare dal sospetto di una azione volontaria. Gli investigatori non riescono a spiegarsi infatti perchè la macchina sia uscita fuori strada proprio nella parte dove mancava la barriera di protezione. Ma non è escluso che l'uomo possa essere stato colto da malore proprio mentre percorreva quel tratto di strada e che perdendo il controllo del mezzo sia finito nel  fiume. 

Non si esclude nessun pista

I carabinieri che stanno svolgendo le indagini al momento non escludono alcuna pista. Di certo si sa che il 76enne in pensione Umberto Patriarca (nella foto), viveva a Ceprano con la moglie casalinga Anna Minchella. Chi aveva avuto la possibilità di conoscere i due coniugi, li descrive come due persone perbene, che avevano sempre vissuto in funzione della famiglia. Dalle prime informazioni raccolte sembra che il pensionato abbia fatto parte per lungo tempo delle forze armate. E proprio per il tipo di lavoro  che faceva era portato ad essere molto rigoroso. Una persona seria e molto rispettosa.

Un guasto meccanico?

Cosa possa essere accaduto ieri mattina su quel ponte a Falvaterra non ci è dato ancora sapere. Gli investigatori che hanno recuperato anche la vettura (foto in alto ed in pagina) l'hanno sottoposta a sequestro. Tecnici incaricati dovranno adesso esaminare la macchina per escludere un eventuale guasto meccanico. Una morte che ha scossa la cittadina di Ceprano dove i due erano molto conosciuti e sui social molti i messaggio di cordoglio ai familiari.

Le lunghe 5 ore dei soccorritori

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceprano, città sconvolta per la morte dei due pensionati finiti nel fiume con la loro auto

FrosinoneToday è in caricamento