Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Ceprano

Scappa di casa e rischia di cadere nel fiume, salvato dai Carabinieri

E' accaduto sulle sponde del laghetto di Isoletta d'Arce dove un giovane aveva trovato rifugio in preda ad una crisi depressiva. Bloccato dai militari della stazione di Ceprano mentre era in bilico.

Una notizia a lieto fine dopo epiloghi tristi e inspiegabili. I carabinieri di Ceprano hanno strappato a morte certa un giovane che, scappato di casa in preda allo sconforto, aveva trovato rifugio lungo le sponde del fiume Liri nella zona lacustre di Isoletta d'Arce. 

I militari sono arrivati sul posto perché impegnati da ore nelle ricerche del giovane. A denunciare il suo allontanamento da casa con il conseguente timore della messa in atto di un gesto insano, sono stati i familiari che hanno chiesto aiuto al 112. 

La pattuglia della stazione dei Carabinieri di Ceprano quando è arrivata nella zona del lago ha udito delle urla provenire dalla riva, dove il fiume Liri, finisce nel bacino di acqua ed hanno notato il ragazzo che stava per lanciarsi. Immediato e repentino lo scatto dei due carabinieri che sono riusciti a bloccarlo per le gambe evitando il peggio visto che in quel punto la profondità del lago è notevole. 

Sul posto anche il personale dell'Ares 118 che ha provveduto a prestare soccorso al giovane che è stato trasferito poi in ospedale dove verrà seguito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scappa di casa e rischia di cadere nel fiume, salvato dai Carabinieri

FrosinoneToday è in caricamento