Una 'polveriera' illegale e distruttiva a due passi da case e ville: maxi sequestro della Guardia di Finanza

La bloccare il 'folle' San Silvestro di due persone sono stati gli uomini del Gruppo di Cassino che hanno sequestrato oltre duecento detonatori e oltre 800 chili di materiale esplodente di provenienza cinese e ritenuto tra il più pericoloso in circolazione

Il materiale sequestrato dalla Finanza

Se la Guardia di Finanza non fosse intervenuta e qualcosa non fosse andata per il verso giusto, la notte di San Silvestro, un'intera collina di Cervaro sarebbe saltata in aria. E se nel Cassinate abbiamo avuto un 'Capodanno' senza feriti gravi, e con conseguenze irreparabili, è stato anche grazie agli uomini della Guardia di Finanza del Gruppo di Cassino che, la sera del 31 dicembre, con un'operazione senza precedenti, hanno sequestrato detonatori e mortai per fuochi d'artificio illegali.

I fatti

Parliamo di materiale considerato tra il più pericoloso in circolazione e che è stato scovato dal personale del colonnello Luigi Carbone, comandante provinciale delle Fiamme Gialle e del tenente colonnello Salvatore Rapuano, comandante del Gruppo di Cassino, in un'area di campagna situata a Cervaro, lungo una collina costellata di casa e villette. Due le persone denunciate, un uomo residente in paese ed uno residente a Santi Cosma e Damiano in provincia di Latina. I due, quando i finanzieri sono intervenuti, erano intenti a sistemare detonatori e mortai collegati tra loro e che avrebbero dovuto dar vita ad un grandioso spettacolo pirotecnico. Parliamo di materiale pirico di provenienza cinese, privo di qualsiasi autorizzazione ed etichetta e soprattutto classificato tra il più pericoloso in circolazione. Gli investigatori quindi sono intervenuti prima che tutto esplodesse.

Le denunce e il sequestro

I due denunciati, presso la procura di Cassino, devono rispondere dei reati di fabbricazione o commercio abusivi di materie esplodenti e omessa denuncia di materie esplodenti. Non solo. L'aspetto ancor più sconcertante di questa vicenda riguarda il quantitativo di materiale sequestrato dalla Guardia di Finanza. I due indagati, infatti, avevano nascosto 277 chili di fuochi d'artificio illegali; 829 prodotti pirotecnici, 270 detonatori, 185 mortai ed un autocarro con quale hanno trasportato l'ingente quantitativo di fuochi illeciti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento