menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crudeltà inaudita, gattino soffocato con due preservati infilati nella bocca

Il gravissimo gesto disumano è avvenuto nel centro storico di Cervaro. La denuncia dei volontari 'Giustizia per Neve'. Sono mesi che in paese anche i cani vengono uccisi senza alcuna pietà

Lo hanno soffocato infilandogli nella bocca due preservati in plastica. Una morte atroce quella riservata ad un gattino di appena due mesi trovato morto nel centro storico di Cervaro, paese del Cassinate in provincia di Frosinone. Una scena terribile quella che si è presentata davanti gli occhi di alcuni residenti che hanno allertato i volontari dell'associazione 'Giustizia per Neve'. Per il povero e indifeso animale non c'è stato scampo. Sono oramai diversi mesi che a Cervaro vengono uccisi, senza alcuna pietà, cani e gatti. Lo stesso cane Neve, che ha poi dato il nome all'ononima associazione in difesa e tutela degli animali soprattutto quelli abbandonati. 

Il post

"Questo gattino di scarsi due mesi è stato ucciso barbaramente da qualche essere inqualificabile. Vedere queste cose fa male al cuore. Non ci riusciamo a spiegare come l'essere umano faccia così schifo. A cosa serviva soffocare un gattino di due mesi con dei preservativi? Ah magari li avessero usati i vostri genitori, di sicuro non concepivano essere ingrati e schifosi. Ovviamente questa volta non ci fermeremo qui, perché non possiamo più accettare che persone, che vivono in questa piccola realtà che è Cervaro, possano andare avanti così tranquillamente. Per questo presenteremo presso il Comando dei Carabinieri di Cervaro una denuncia contro ignoti. Speriamo vivamente di arrivare alla verità perché non possiamo più permettere a questi esseri schifosi  di commettere tali barbarie. 
Siamo amareggiati, delusi e tristi.

Lo sdegno di Pacitti

"Vergogna e sdegno per quanto accaduto nel mio paese anzi nel nostro paese. Ancora una volta mani sconosciute hanno maltrattato, torturato ed ucciso un essere indifeso - ha denunciato in un post Pietro Pacitti -. Vigliacchi senza un briciolo di dignità. La mia denuncia si andrà ad unire a quella presentata dai volontari che hanno scoperto questo scempio. E' facile prendersela con chi non può difendersi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

  • Eventi

    Alatri on air festival

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento