Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Chiede dei soldi per operare la figlia malata di cancro, ma è tutto falso

Ennesima truffa su whatsapp ai danni di tanti sprovveduti che è arrivata fino alla Ciociaria. Dietro un messaggio divenuto virale si nascondevano personaggi senza scrupoli

Per  truffare la gente ed intascare un po’ di denaro qualcuno è pronto a tutto, anche ad inviare su whatsapp un messaggio strappalacrime che intenerirebbe il  cuore  di chiunque.  Il  mittente  del messaggio  che sta diventando  virale,  è un padre di  29 anni che chiede del denaro  per la figlia di 10 anni di nome  Rachele, malata di cancro al cervello e in altre zone vitali del corpo. 

Per salvare la piccina ci sarebbe soltanto una soluzione: quella dell’intervento. Putroppo a  detta dell’uomo la famiglia non  ha le possibilità economiche per far fronte alla costosa operazione

La prova della truffa

Mollte persone hanno acconsentito ad aiutarlo. In che modo? Ogni persona che aprirà la sua mail, se rinviata o condivisa ad altre persone, in automatico verrà donato 32 centesimi. A fine del messaggio tanto di firma, di fax  di nome dei  medici, dell’Istituto superiore di sanità dell’ospedale di Regina  Elena e  di numeri di telefono dell'istituto di ricerca Tumori da poter contattare. 

Ebbene giovedì più di qualche lettore del capoluogo ciociaro ha effettuato le opportune verifiche.  I numeri di telefono contattati  hanno dato le certezze a quelli che erano i loro  sospetti:  tutto falso a cominciare dalla mail intestata  ad uno pseudo Marco Bianchi. Il cognome così comune (Insieme a Rossi è tra quello tra i più conosciuti d’Italia)  la dice lunga sull’attendibilità di questa notizia.

Informazione significa anche questo, significa mettere in guardia le persone più sprovvedute da questi personaggi che pur di arrivare ai loro scopi toccano le corde più profonde dell'animo umano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede dei soldi per operare la figlia malata di cancro, ma è tutto falso

FrosinoneToday è in caricamento