Cassino, rifiuti e incuria, Dragonetti contro D'Alessandro: "Per il sindaco esiste solo il mercato"

Strali dell'imprenditore dopo l'assenza dell'Amministrazione alla manifestazione di via Cerro

Niki Dragonetti

'Non posso credere che ad un sindaco stia più a cuore lo stato del mercato settimanale che la salute dei cittadini. Carlo Maria D'Alessandro avrebbe dovuto essere in prima linea nella protesta dei residenti di via Cerro e non invece pensare a quanto accade al mercato del sabato. Basta gettare fumo negli occhi dei cassinati". Niki Dragonetti al vetriolo quello che analizza quanto accaduto in città lo scorso fine settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il cimitero nel degrado, rifiuti ovunque

"Lo stato in cui versa la città non può certo essere nascosto sotto il tappeto come invece spesso si ama fare nella stanza dei bottoni. Alla Abbruzzese maniera. Il cimitero è un ricettacolo di spine e i bagni pubblici inesistenti. Nonostante l'assessore Benedetto Leone abbia presentato, con una conferenza stampa in pompa magna, come sarebbero stati impiegati i profughi che hanno aderito al progetto d'integrazione. Dove sono finite le 'risorse del continente nero'? L'ennesima bugina di un'amministrazione che oramai pensa solo a fare selfie, conferenze e presentazioni di opere d'arte provenienti dall'altra parte del mondo. Perchè, debbo suppore, in Italia gli artisti bravi sono in via d'estinzione? O forse anche dietro questa manovra c'è la mano del Deus Abbruzzese?'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento