Colleferro-Artena, arrestate 10 persone per due risse avvenute questo fine settimana

Lo scorso fine settimana, a seguito di numerose segnalazione giunta al NUE 112,  i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro coadiuvati da quelli delle Stazioni di Labico e Valmontone

Lo scorso fine settimana, a seguito di numerose segnalazione giunta al NUE 112, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro coadiuvati da quelli delle Stazioni di Labico e Valmontone

hanno arrestato complessivamente dieci persone per due risse avvenute una sabato e una domenica, nella prima vi erano tre cittadini romeni, di età compresa tra i 24 e i 40 anni, mentre nella seconda circostanza sono rimasti coinvolti 7 persone, tra i 22 e 46 anni, di cui sei italiani e una donna di cui una di origine sudamericana.

Nel primo episodio i tre sono stati sorpresi nei pressi della Stazione Ferroviaria di Colleferro in evidente stato di alterazione da assunzione da smodata alcoolica per motivi legati a legami affettivi, quindi dopo uan serata trascorsa insieme sono passati dalle parole alle vie di fatto. I militari infatti giunti sul posto li hanno bloccati, mentre erano ancora intenti a colpirsi violentemente e reciprocamente con calci e pugni.

Nel secondo caso, due conviventi di Colleferro dopo aver ricevuto una telefonata minacciosa da parte di una coppia di amici, hanno ricevuta la loro visita che erano accompagnati da altre tre persone e dopo aver discusso animatamente sono passati alle vie di fatto, colpendosi reciprocamente. Il personale operante intervenuto sul posto si è trovato innanzi una situazione surreale che vedeva un gruppo di persone, composto da 4 uomini e 3 donne, che si colpiva reciprocamente. Nel tentativo di sedare gli animi qualche colpo è stato sferrato anche nei confronti del personale operante che ha riportato lievi lesioni.

Tutti gli interessati hanno riportato liei lesioni curate presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Colleferro.

Tutti gli arresti sono stati convalidati ed i soggetti sono stati sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei loro comuni di residenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento