Un’altra notte di paura. Scossa di terremoto nella zona Collepardo

La terra continua a tremare ai confini tra il Lazio e l’Abruzzo. Molti gli abitanti di queste zone che sono stati svegliati dal movimento tellurico

Ancora una notte di paura per gli abitanti della Ciociaria ai confini tra le montagne della provincia di Frosinone e quelle dell’Abruzzo. Alle 4 e 40 della mattina di lunedì 13 gennaio 2020 c’è stata una scossa di terremoto con epicentro a Collepardo, paesino vicino la più popolosa città di Alatri e famoso per le bellissime grotte, ad una profondità di 9 chilometri. Il movimento tellurico è durato alcuni lunghissimi secondi e molti cittadini sono stati svegliati nel sonno dal rumore dei vetri delle finestre ed hanno visto muoversi i lampadari in casa.

Lo sciame sismico

La scossa di questa mattina, come riportato dal sito internet dell’INGV, rientra nel quadro più articolato di uno sciame sismico che nelle ultime 24 ore ha portato ad altre piccole scosse di assestamento che in pratica vanno avanti da oltre due mesi ovvero dal 7 novembre 2019 quando ci fu una scossa molto più consistente con epicentro a Balsorano (Aq).

Fortunatamente per la piccola scossa di questa mattina non si registrano danni ad edifici e problemi aglio abitanti della zona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Tragico scontro tra 5 moto: il centauro morto è il ciociaro Gianluigi Giansanti. Feriti gli altri 4

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Gioele non ce l'ha fatta: dramma a San Cesareo

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento