Controlli dei carabinieri a Pontecorvo e dintorni:gli esiti delle perquisizioni

Non solo controlli finalizzati al contrasto inerente lo spaccio di sostanze stupefacenti ma anche alla circolazione stradale. Le zone interessate sono state Ausonia, Esperia, Arce e la stessa Pontecorvo

I militari della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo hanno eseguito controlli su tutto il territorio di competenza per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Numerose pattuglie, infatti, hanno proceduto ad effettuare perquisizioni domiciliari con i seguenti risultati:

ad  Ausonia, un 22enne, già con specifici precedenti in materia di stupefacenti, è stato deferito in stato di libertà per “produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti”. Difatti, nel corso della perquisizione domiciliare, nel giardino dell’abitazione dello stesso è stata rinvenuta una piantina di marijuana alta 21 cm. circa, contestualmente sottoposta a sequestro;

ad Esperia, un 38enne (con precedenti specifici in materia di stupefacenti ed avvisato orale), è stato deferito in libertà per “produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti”; a seguito anch'esso di perquisizione domiciliare. Nella sua abitazione sono stati rinvenuti oltre 2 grammi di “hashish”, 64 grammi di marijuana, oltre 8 grammi di semi di canapa indica, un bilancino di precisione e materiale vario atto al confezionamento, il tutto sottoposto a sequestro.

I controlli alla circolazione stradale

Inoltresono stati svolti anche controlli alla circolazione stradale a seguito dei quali venivano identificate le seguenti persone:

a Pontecorvo un 41enne ed un 35enne, entrambi di origine albanese e residenti in provincia di Caserta (il primo con precedenti per associazione di stampo mafioso e associazione finalizzata alla commissione di furti, il secondo con precedenti per reati contro il patrimonio), un 44enne rumeno, ma residente a Santa Maria Capua Vetere (CE), con precedenti di polizia per possesso e fabbricazione di documenti falsi ed un 26enne, albanese, sempre residente in provincia di Caserta, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio;

ad Arce un 34enne, un 47enne ed un 33enne di Mondragone (CE), tutti con precedenti per reati contro la persona e il patrimonio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le persone suindicate sono state controllate nei pressi di obiettivi sensibili del territorio dei due comuni, senza che potessero giustificarne il motivo, pertanto, ricorrendone i presupposti di legge, sono stati proposti per l’irrogazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nei comuni rispettivamente di Pontecorvo ed Arce, per anni 3.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento