Week end in sicurezza in tutta la Provincia, controlli a raffica dei Carabinieri

Le pattuglie dell'Arma impegnate da Anagni a Cassino in una serie di servizi finalizzati alla tutela del cittadino. Arrestati uno stalker ed un uomo con precedenti per violenza sessuale

La tutela del cittadino è tra gli obiettivi prioritari dell'Arma dei Carabinieri in provincia di Frosinone e per questo motivo il comando provinciale ha dato vita ad un fine settimana di controlli a tappeto dal nord al sud del frusinate-

Lo stalker

A Ceccano è finito ai domiciliari un 31enne che deve scontare una condanna ad un anno di reclusione. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine per precedenti per stalking ed in materia di armi, nel periodo compreso tra il 2015 ed il 2018, si è reso responsabile di “atti persecutori” consistenti in reiterate molestie telefoniche, in particolare chiamate e messaggi durante tutto l’arco della giornata in pregiudizio della sua ex fidanzata residente ad Anagni.

L'estorsione

A Cassino i militari della Stazione Carabinieri hanno dato esecuzione ad un'ordinanza emessa dal Tribunale lo scorso 11 settembre e per questo hanno arrestato e condotto in carcere un 48enne residente in città (già censito per violenza sessuale, minaccia, furto aggravato, falsificazione di monete, lesioni personali, spendita di monete false e ricettazione ed in materia di sostanze stupefacenti), che dovrà scontare una pena di 3 anni, mesi 3 e giorni 9 di reclusione. L’uomo, a marzo del 2019, in Cassino, si rendeva responsabile di “estorsione aggravata in concorso” e “lesioni personali aggravate”, reati commessi nei confronti di un soggetto del luogo a seguito di un mancato pagamento di una partita di droga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il furto

A Pontecorvo, i militari della Stazione Carabinieri, al termine di attività investigativa, hanno denunciato una 40enne di Roccasecca, con precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio, per “furto aggravato”. Gli operanti, grazie alla descrizione della donna fornita dal denunciante ed alle immagini acquisite dalle telecamere presenti, identificavano la prevenuta quale autrice del furto di un telefono cellulare ai danni di un 77enne di Pontecorvo, avvenuto nei pressi della Stazione ferroviaria di Cassino. La denunciata, infatti, con la scusa di effettuare una chiamata urgente, chiedeva all’anziano di prestarle il cellulare dileguandosi subito dopo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento