Coronavirus, pullman di cinesi bloccato a Cassino e scortato fino allo 'Spallanzani'

Due casi sospetti di febbre nella comitiva di turisti. Tutti i passeggeri sono stati trattenuti sul bus e una volta a Roma sono stati sottoposti a tutti gli accertamenti. Attuato in pochi minuti dall'Asl di Frosinone il piano di sicurezza

Coronavirus: un pullman di cinesi provenienti dalla zona di Wuhan (da dov'è partito il focolaio del virus letale) è stato bloccato all'uscita dal casello di Cassino. La comitiva, diretta in un albergo della città martire dove avrebbe dovuto passare la notte, è stata poi dirottata, sotto scorta, presso l'ospedale 'Spallanzani' di Roma. In pochi istanti l'Asl di Frosinone ha attuato il piano di sicurezza e prevenzione e nell'area antistante il casello sono arrivati medici e dirigenti. Il direttore generale Stefano Lorusso e il primario del pronto soccorso di Cassino, Ettore Urbano, hanno disposto la distribuzione di mascherine e materiale di protezione oltre che ai passeggeri anche ai tutori dell'ordine, polizia e carabinieri, che si sono trovati a gestire una situazione di grande emergenza. 

La task-force

Il sospetto

A far scattare l'allarme è stato il ricovero nel pomeriggio di ieri, presso l'ospedale specializzato in malattie infettive della Capitale, di due cinesi componenti del gruppo di turisti. Colpiti da febbre e problemi respiratori non avevano partecipato ad una visita guidata nel sud Italia con gli altri turisti. Il peggiorare delle condizioni e il successivo ricovero, sotto osservazione, ha quindi fatto scattare le ricerche di tutti coloro che erano entrati in contatto con i due 'casi sospetti'. Il girovagare degli altri turisti è finito a Cassino nella tarda serata di ieri. 

La nota Asl

"Nella serata di ieri, allertata dall'Assessorato alla Salute della Regione Lazio, la Direzione della ASL ha intercettato un pullman di turisti cinesi che avrebbero dovuto fare tappa nel Frusinate, del gruppo turistico di cui facevano parte i due pazienti già ricoverati allo Spallanzani e risultati positivi al nuovo Coronavirus. In accordo con l'Assessorato e lo Spallanzani la Direzione Generale e Sanitaria stessa con il Direttore DEA ha accompagnato il pullman scortato dalle forze dell'ordine fino all'ospedale romano. Nessuno del gruppo presenta alcun sintomo. Nessun contatto né permanenza sul territorio della Provincia. Nessun allarme per i nostri concittadini. Si tratta di controlli precauzionali, che si svolgeranno presso lo Spallanzani, dove tutto il gruppo turistico, unitamente all'autista italiano del pullman, sono ospitati all'Istituto romano da questa notte, per il tempo necessario ai controlli di sorveglianza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

  • Cassino, il primario del Pronto Soccorso sbotta: "Datevi una regolata"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento