rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Cassinate, beccati in un club privè non resistono al richiamo del sesso a pagamento e vengono multati

Gli avventori avevano superato i confini di ben due Regioni per raggiungere il luogo del piacere ma qui hanno trovato i carabinieri

Il richiamo del sesso a pagamento fa superare tutte le inibizioni ed anche la paura di essere multati per il mancato rispetto delle normative anti covid-19. Questo quanto successo nelle ore scorse nel sud della provincia di Frosinone dove i Carabinieri della Compagnia di Cassino, a seguito di una telefonata pervenuta al 112 della Centrale Operativa, sono intervenuti presso un club privè della zona ove era stata segnalata la presenza di un assembramento di persone.

Durante l’ispezione effettuata sono state controllate 11 persone, risultate regolarmente iscritte e osservanti le previste misure di contenimento dell’epidemia da Covid 19 ad eccezione di due soci del circolo, residenti nella Regione Basilicata, al momento classificata zona “arancione”.

Agli stessi è stata contestata la relativa sanzione amministrativa per l’assenza di comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, ovvero motivi di salute che avrebbero consentito lo spostamento dalla predetta residenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassinate, beccati in un club privè non resistono al richiamo del sesso a pagamento e vengono multati

FrosinoneToday è in caricamento