Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Cassinate, all’ufficio postale ed in farmacia. La scusa non regge e vengono multati

Due uomini delle zone a sud della provincia di Frosinone pensavano di farla franca mentendo ai carabinieri

Foto di archivio

Non si fermano i controlli dei carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Cassino che nelle ore scorse hanno deferito in stato di libertà per “falsa attestazione a pubblico ufficiale” un 35enne residente a Cervaro ed un 39enne di Villa Santa Lucia.

I due fermati durante un posto di blocco si sono inventati delle scuse che non hanno trovato riscontro. Il 35enne ha dichiarato che si era recato a Cassino per effettuare un prelevamento al bancomat dell’ufficio postale, poiché non funzionante presso il suo comune di residenza. Il 39enne, invece, ha dichiarato di doversi recare in una farmacia nella Città Martire per l’acquisto di medicinali in quanto quella del luogo di residenza ne era sprovvista.

Gli immediati accertamenti effettuati hanno consentito di verificare che quanto dichiarato era falso, poiché il bancomat ubicato presso l’ufficio Postale di residenza era perfettamente funzionante, mentre l’altro non si era mai recato presso la farmacia del proprio paese per acquisto medicinali. Il 39enne, inoltre, è stato proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassinate, all’ufficio postale ed in farmacia. La scusa non regge e vengono multati

FrosinoneToday è in caricamento