Coronavirus, denunciato operatore sanitario. In giro per la città nonostante la quarantena

È il secondo caso del genere che avviene in Ciociaria a distanza di poche ore dal precedente

A distanza di poco ore dal precedente caso di Sant’Elia Fiume Rapido un'altra persona è stata denunciata dai carabinieri perché invece di essere a casa in quarantena se ne stava tranquillamente in giro nella città di Cassino nel sud della provincia di Frosinone.

Il precedente caso di qualche ora prima

Anche questa volta si tratta di un operatore sanitario che era sottoposto dal Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ASL di Frosinone a quarantena domiciliare poichè era venuto in contatto con un anziano ricoverato presso la citata struttura e poi trasferito allo “Spallanzani” il 5 marzo in quanto positivo al coronavirus. L’uomo, un 35 enne della zona, è stato notato dagli uomini della pattuglia dei carabinieri della locale stazione molto lontano dalla propria abitazione.

La denuncia

L’uomo, dipendente di una nota casa di cura del luogo, a conclusione delle indagini intraprese a seguito di una segnalazione, è stato deferito in stato di libertà ed ora dovrà rispondere di “inosservanza di un provvedimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento