menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: se n'è andato il Dott. Paolo Ferraro, storico farmacista di Villa Latina

Immenso cordoglio espresso dal Sindaco Rossi per la morte del 70enne dopo una lunga battaglia in Terapia Intensiva. Mandelli (Fofi): 'Con dolore aggiungiamo il suo nome a quello di altri 14 colleghi'. Mastrangeli (Ordine Frosinone): 'Ricordo indelebile'

L'intera comunità di Villa Latina, l'Ordine dei Farmacisti della provincia di Frosinone e gli innumevoli colleghi, amici e conoscenti, in primis della Valle di Comino, piangono la morte del Dott. Paolo Ferraro, storico gestore della Farmacia S.S. Annunziata della cittadina agnonese. Ha lottato tenacemente per due mesi esatti contro il Coronavirus nel reparto di Rianimazione del Covid Hospital Spaziani del Capoluogo e dell'Istituto Spallanzani di Roma, ma oggi, lunedì 25 maggio, se n'è andato all'età di 70 anni, compiuti lo scorso 7 maggio. Si tratta della prima vittima del Covid-19 tra gli operatori sanitari del Frusinate nonché del 15esimo farmacista contagiato a perdere la vita sul "campo" a livello nazionale.   

A offrirne un degno ricordo, tra gli infiniti messaggi di cordoglio e gli abbracci virtuali ai familiari dello stimatissimo professionista, il Presidente del suo Ordine provinciale, il Dott. Riccardo Mastrangeli. Una lettera a cuore aperto per l'uomo, il collega e amico di vecchia data, aperta dalle parole di Ugo Foscolo: "Un uomo non muore mai se c'è qualcuno che lo ricorda". A ricordarlo, a nome dell'intera cittadinanza, anche il Sindaco di Villa Latina Luigi Rossi: "La notizia è arrivata nel primo pomeriggio e ci ha lasciati sgomenti e senza parole. Un professionista serio, mai scortese, un gentiluomo d'altri tempi". 

“Con grande dolore dobbiamo aggiungere il nome di Paolo Ferraro a quelli degli altri 14 colleghi che ci hanno lasciato colpiti dalla Covid-19 - ha dichiarato, inoltre, il presidente della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani Andrea Mandelli - Paolo si è spento oggi a 70 anni, dopo aver lottato per due mesi con l’infezione, che aveva contratto mentre era al lavoro nella sua farmacia rurale di Villa Latina (FR), uno dei tanti piccoli presidi che incarnano al massimo grado la vocazione all’assistenza del farmacista. Oggi la comunità della Valle di Comino resta priva di un professionista e di un amico amato e stimato da tutti. Alla famiglia, alla figlia Maria Carolina, anche lei farmacista, vanno le più sentite condoglianze del Comitato Centrale della Fofi e di tutti i colleghi”.

La lettera del Dott. Mastrangeli   

"Ed alla fine la triste notizia è arrivata. Per giorni abbiamo pregato ed abbiamo sperato che Carlo – il fratello, nostro collega, che ho contattato quasi ogni giorno – ci desse qualche buona novità. Ed invece Paolo Ferraro, farmacista titolare rurale di Villa Latina non sarà più tra noi dopo aver lottato come un leone attaccato ad un respiratore in terapia intensiva dal 25 Marzo contro il Covid19 – contratto durante il Suo esercizio professionale magari servendo qualche cliente anche lui contagiato – che stavolta ha purtroppo vinto. Il desiderio di darGli un ultimo saluto, come avremmo voluto, ci viene negato dalle circostanze ed allora voglio commemorare con qualche pensiero non solo l’uomo ed il padre ma soprattutto il farmacista straordinario, la cui perdita ha colpito la Sua famiglia e tutti i Cittadini dell’intera Valle di Comino, ma anche i Colleghi che l’hanno conosciuto e che lo ricorderanno con ammirazione e simpatia".

"Conoscevo Paolo da più di quarant’anni. Eravamo ragazzi ed erano i tempi in cui i farmacisti insegnavano nelle scuole il proprio sapere e Sua madre – farmacista anche Lei come mio padre – era la mia professoressa. Un’amicizia nata allora ed abbiamo seguito ambedue le orme dei nostri genitori prima negli studi e poi nella professione. Una persona, quindi, che conoscevo benissimo e posso affermare che Paolo non solo ha impegnato le Sue migliori energie come farmacista titolare per ben 37 anni, ma soprattutto il Suo cuore a servizio della gente. Era innanzi tutto un uomo equilibrato, disponibile verso tutti nella sua semplicità e discrezione. Un’umanità eccezionale, un uomo onesto, un bravissimo professionista pronto ad interessarsi sia dei problemi del singolo paziente che di tutta la sua comunità avendo come unica stella polare non il lucro ma il benessere del prossimo, quindi un carattere vibrante spirito di solidarietà; tutto questo coniugato alla Sua personalità garbata ed affettuosa che saranno per noi sempre un esempio".

"È stato un padre esemplare, con l’adorata Maria Carolina che ha voluto seguire i Suoi passi ed oggi è titolare di farmacia a Bologna. Oggi, ci manca, ci mancherà la Sua gentilezza, la Sua serietà che diventava simpatia, la Sua puntuale presenza alle assemblee, il confronto sereno e pregnante negli incontri professionali, la Sua saggezza nei consigli, il Suo incoraggiamento, la Sua voglia di fare. Sì, la Sua voglia di lavorare in farmacia dove Paolo ha incontrato il virus che ce lo ha rapito proprio al banco con il camice ed il nostro caduceo sul petto. Oggi, a causa di un destino feroce, perdiamo un caro collega, un caro amico, una sponda affidabile".

"Ed io direi che da oggi è anche un angelo custode che veglierà dall’Alto sulla propria famiglia e su tutti noi. A nome di tutti i farmacisti della nostra provincia, che avrebbero voluto onorarLo diversamente in questo Suo ultimo viaggio, mi unisco al profondo dolore della moglie Marina, della figlia Maria Carolina, del fratello Carlo, delle nipoti Maria Sole e Mariangela – tutti colleghi farmacisti – ed di tutta la Sua famiglia. Mutuando l’aforisma di Ugo Foscolo in premessa, il ricordo di Paolo per noi tutti rimarrà indelebile e non morirà mai. Che la Sua anima riposi in pace".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento