menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carcere di Frosinone

Carcere di Frosinone

Corruzione in carcere, detenuto condannato a tre anni di reclusione

L'uomo millantando amicizie nelle "alte sfere" con la complicità di un agente di polizia giudiziaria aveva tentato di costringere un carcerato a farsi consegnare 3.000 euro

Corruzione: questa l'accusa che ha portato alla condanna di  M.V. un uomo di 45 anni residente a Frosinone. Il giudice del tribunale del capoluogo ciociaro infatti lo ha condannato inoltre all'interdizione dei pubblici uffici per cinque anni 

Le minacce ad un detenuto

I fatti si riferiscono al 2013 quando l’uomo, detenuto presso la casa circondariale di via Cerreto a Frosinone con la complicità di un agente di Polizia Giudiziaria millantando conoscenze di un certo "spessore" aveva minacciato un suo compagno di cella dicendogli che se non gli avesse consegnato tremila euro, avrebbe provveduto, tramite le sue amicizie, a farlo trasferire in un carcere più restrittivo.

La denuncia

Il detenuto però  aveva presentato denuncia nei confronti del compagno di cella. Il 45enne era stato rinviato a giudizio con l'accusa  di corruzione. Nella giornata di ieri il  giudice del tribunale di Frosinone ha pronunciato la sentenza con condanna per corruzione. Per la cronaca va detto che l'imputato al momento si trova detenuto presso il carcere di Viterbo perchè aveva commesso altri reati proprio nella città laziale. Ottenuti gli arresti domiciliari era stato arrestato di nuovo per evasione. Per questo motivo è  finito di nuovo in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento