menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corruzione, indagini a tappeto in Ciociaria, nei guai il consigliere regionale Simeone

Nell'inchiesta chiusa dalla Procura di Roma e dai Carabinieri figura anche il nome di un imprenditore di Sant'Apollinare. Appalti 'poco chiari' a Fiuggi, Acuto e Campoli Appennino

Corruzione negli appalti dell'Autorità Marittima: l'inchiesta chiusa dalla Procura di Roma e dai Carabinieri di Latina tocca anche la provincia di Frosinone. A vedersi notificare l'avviso di conclusione indagine a firma del sostituto procuratore  Luigia Spinelli è stato anche l'imprenditore di Sant'Apollinare, Carlo Amato di 61 anni. Gli accertamenti giudiziari hanno portato alla luce una presunta corruzione all'interno dell'autorità portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta.

Gli indagati

Nell'elenco degli indagati spiccano nomi eccellenti come quello del consigliere regionale di Forza Italia e presidente della commissione Sanità della Pisana, Pino Simeone, Pasqualino Monti (46enne oggi presidente dell'autorità portuale di Palermo ed ex presidente dell'autorità portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta) e poi funzionari pubblici e professionisti.

Gli appalti

Importanti sequestri documentali sono stati effettuati nei comuni di Fiuggi, Acuto e Campoli Appennino. Nei primi due uno degli indagati avrebbe ottenuto un appalto per la pulizia dei fossi mentre per quanto concerne il paese della Valle di Comino al vaglio dei carabinieri c'è un appalto per la costruzione di una scuola. L'imprenditore cassinate, Carlo Amato, secondo le indagini avrebbe corrotto diverse persone per l'ottenimento degli appalti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento