Cassino, denuncia il marito dopo otto anni di violenze anche davanti ai figli

A chiedere aiuto ai carabinieri è stata una donna stanca dei continui soprusi

Otto anni di violenze e soprusi anche davanti ai figli e poi finalmente il coraggio di denunciare il marito-padrone. A chiedere aiuto ai carabinieri della Compagnia di Cassino è stata una donna residente nel Cassinate che dal 2010 sopportava ogni sorta di vessazione dal coniuge. Lo scorso mese di settembre, poi, aveva dovuto ricorrere alla cure dei sanitari del pronto soccorso di Cassino ma non aveva voluto sporgere denuncia. L'altra sera, al culmine dell'ennesima sequenza di insulti, ingiure e botte, ha trovato il coraggio di allertare il 112 e l'uomo è stato quindi denunciato per il reato di maltrattamenti in famiglia. Se dovesse nuovamente aggredire la moglie o i figli rischia l'arresto. L'ennesima vicenda di violenza tra le mura domestiche che questa volta non ha seminato lacrime e dolore senza fine. Lo scorso mese di ottobre, sempre i militari del capitano Ivan Mastromanno, hanno arrestato un 47enne di Sant'Elia che dopo aver selvaggiamente picchiato la moglie e credendola morta, è fuggito. La poveretta, svenuta per le troppe botte, è stata trovata dal figlio che ha dato l'allarme facendola trasportare la pronto soccorso. L'uomo, una volta rintracciato, è stato arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento