rotate-mobile
L'estorsione

Estorsione e minacce al titolare del bar Minotti, un arresto

A finire in manette su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Frosinone, su richiesta del magistrato e dopo un'indagine lampo della Squadra Mobile, è stato Ernesto Barile, ex pugile con precedenti penali

Il mandante degli atti di violenza e vandalici a danno di Vincenzo Minotti e del suo locale, sarebbe l'ex pugile Ernesto Barile. L'uomo, un quarantenne, da qualche settimana già in carcere per un aggravamento di pena, si è visto notificare l'ordinanza per il reato di estorsione. 

Barile, pluripregiudicato e rimasto vittima un anno fa di un drammatico incidente stradale che lo ha fortemente penalizzato, secondo quanto stabilito dal Gip del tribunale di Frosinone ma su richiesta del pubblico ministero Adolfo Coletta, si sarebbe recato, nonostante fosse ai domiciliar5i, nel locale di Vincenzo Minotti, situato in via Marittima a Frosinone. Qui avrebbe minacciato l'imprenditore e poi nelle ore successive avrebbe anche danneggiato l'esterno dell'attività commerciale. 

Le indagini lampo portate portate avanti dagli investigatori della Squadra Mobile di Frosinone coordinati dal vice questore Flavio Genovesi, sono quindi sfociate nell'ordinanza di custodia cautelae in carcere notificata nei giorni scorsi all'indagato detenuto a Regina Coeli di Roma, un penitenziario al cui interno c'è un centro specializzato ad ospitare detenuti con gravi problemi motori.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione e minacce al titolare del bar Minotti, un arresto

FrosinoneToday è in caricamento