Esclusiva, il Governo Renzi sapeva in anticipo del Terremoto di agosto. Da Paliano si apre il caso con una denuncia

Per il terremoto di Amatrice, o meglio del Centro Italia, fu scritta un'informativa dettagliata,  lunga 25 pagine con tanto di impronte digitali e addirittura con i segni del

Per il terremoto di Amatrice, o meglio del Centro Italia, fu scritta un'informativa dettagliata, lunga 25 pagine con tanto di impronte digitali e addirittura con i segni del

DNA per individuare chiaramente il mittente, da un agente dei reparti speciali italiani ben quattro mesi prima della catastrofe che avvisava il Governo italiano di quanto sarebbe accaduto ad agosto 2016. Nonostante questa missiva, nessuno ha fatto nulla per evitare quelle morti, soprattutto nella graziosa cittadina di Amatrice il paese più colpito.

Questo quanto ci è stato riferito, dopo la presentazione di una denuncia per omissione d’atti d’ufficio, dal giovane agente che aveva scritto all’allora Ministro dell’Interno Angelino Alfano (dalla sua segreteria lo rassicurarono dicendo che tutto era stato ricevuto con fax in via riservata) e al Direttore A.I.S.I. ( Agenzia Informazioni Sicurezza Internazionale), informandoli che ci sarebbe stato quel terremoto con una lettera del 4 Aprile 2016 (le prime tremende scosse ci furono 24 Agosto 2016) peraltro, la stessa missiva, alla quale nessuno aveva dato peso, è stata consegnata anche ai carabinieri di Paliano.

In un passo molto chiaro della denuncia presentata ai Carabinieri di Paliano (vedi foto) si legge in modo chiaro e inequivocabile che: “ il sottoscritto…… denuncia quanto segue: per il reato art. 280 bis del Codice Penale finalizzato all’art 283 c.p. i vertici dei servizi segreti italiani, il Gen….omississ… direttore dell’A.I.S.I. ( Agenzia Interna Sicurezza Informazini) poiché in una comunicazione classificata riservata, avvenuta a mezzo fax con il dichiarante, ometteva il fatto e non coordinava le operazioni del caso (ossia l’informativa secondo la quale era stato previsto il terremoto nelle forme e nelle modalità poi accadute). Ovviamente i contenuti delle affermazioni sono riportati nella documentazione cartacea concordata con la segreteria dello stesso Generale a mezzo telefono come da data riportata nel documento”.

Questo agente, incontrato da noi a più riprese, si è domandato se: “Ci sarebbero informazioni ancora più importanti, e se il disastro si poteva evitare, o meglio i morti si potevano evitareed allora perché non è stato fatto nulla? Di chi è la colpevole Omissione? Comunque, di fatto l’agente per tutelarsi in data del 4 Aprile 2016 si è presentato ai Carabinieri di Paliano di fronte ai due comandanti Marescialli Damiano Belloni e Antonio Iovine per la “consegna spontaneamente documentazione e materiale che viene acquisita all’indagine”. Una denuncia di "omissione di atti d’ufficio ovviamente i contenuti delle affermazioni non sono riportati nella documentazione cartacea concordata con la segreteria dello stesso Generale a mezzo telefono come da data riportata nel documento”. Questa è la conferma che appunto esiste quella informativa dell’aprile 2016, che poteva evitare una strage ma non è stato fatto nulla da parte dell’allora Ministro Alfano? il quale, sembrerebbe, sarebbe stato anche "redarguito" dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi che addirittura gli avrebbe chiesto di dimettersi. In seguito, le vicende politiche del governo Renzi sono finite come sanno tutti. Il Ministro Alfano è stato mandato agli Esteri, con il governo Gentiloni, mentre il Generale dei Carabinieri è stato pensionato d’ufficio per cercare di tacitare questi tristi accadimenti, presi sotto gamba da tutti, finiti tragicamente con gli oltre 300 morti di Amatrice. Persone che se avvisate in tempo, avrebbero potuto salvarsi.

Come questo agente abbia saputo del terremoto prima che accadesse non lo ha voluto rivelare, poiché è stato impegnato nei servizi segreti informativi ed era a conoscenza di fatti che non poteva omettere ed ha fatto il proprio dovere facendo la denuncia postuma. Per finire ci ha dichirato: “ Se ciò non si fosse verificato, come purtroppo si è verificato, io sarei stato denunciato per procurato allarme e questi non avrebbero certamente scherzato”.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento