Esperia, finita l'autopsia per Gianni, Mariano e Isabella, tutti morti sul colpo

L'esame dello stub ha confermato che a sparare è stata la mano del padre-suicida. Il magistrato ha dato il nulla osta per lo svolgimento dei funerali

Mariano e Isabella con il padre Gianni

Tutti e tre morti all'istante. Gianni Paliotta, il padre assassino e poi suicida, ha saputo ben mirare ogni singolo colpo sparato nei confronti dei figli Mariano ed Isabella, rispettivamente di 27 e 19 anni, e contro se stesso. L'autopsia terminata da poco presso l'ospedale di Cassino non ha lasciato spazio a dubbi. Il medico legale incarico dalla procura, il dottor Gabriele Margiotta, ha anche effettuato l'esame dello stub che ha confermato l'ipotesi degli investigatori: a sparare è stato il genitore. Sopra le mani, sui capelli e sulle unghie dell'uomo sono state trovate tracce di piombo, antimonio e bario la cui polvere compone il proiettili.

Le indagini

Se il movente della strage resta ancora da chiarire, la dinamica per gli investigatori è oramai chiara. Il pensionato di 67 anni ha atteso che la moglie Flora Ciferri uscisse di casa, come ogni mattina, per compiere la mattanza. I figli che dormivano nella stessa stanza, su un letto a castello, sono praticamente passati dal sonno alla morte. Poi ha puntato contro se stesso la canna della pistola detenuta illegalmente ed ha posto fine alla sua di vita. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le immagini della tragedia

I funerali

Il magistrato della Procura di Cassino, Roberto Bulgarini Nomi, ha dato il nulla osta allo svolgimento dei funerali e le tre salme sono state restituire ai familiari. Da stabilire ancora la data dei funerali che comunque si svolgeranno ad Esperia. La madre e moglie dell'uomo, infatti, è ancora ricoverata in stato di choc presso il reparto di psichiatria dell'ospedale 'Santa Scolastica' di Cassino. La mattina dell'omicidio-suicidio è stata la poveretta, insegnante di cinquanta anni, a trovare i tre corpi senza vita nell'abitazione di Corso Vittorio Emanuele.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento