rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Il ricordo / Pontecorvo

Esplosione fabbrica fuochi d'artificio: la ricostruzione ed i precedenti drammatici (foto)

I Vigili del Fuoco hanno messo in sicurezza la 'casa matta' andata a fuoco dopo la deflagrazione ed effettuato un'opera di smassamento per evitare il peggio

Un lavoro eccezionale quello compiuto ieri dai Vigili del Fuoco del comando provinciale di Frosinone, intervenuti a Pontecorvo, in località 'Santi Cosma e Damiano' per lo spegnimento di un incendio che ha interessato la "casa matta" di una fabbrica di fuochi d’artificio.

Lo scoppio, udito a centinaia di metri di distanza, ha fatto temere il peggio e soprattutto ha portato indietro nel tempo, a quel nefasto 12 settembre del 2011 quando ad Arpino, a seguito dello scoppio di alcune case matte situate all'interno di una fabbrica, morirono 6 persone. Un dramma mai dimenticato e che si accoda a quello che nel 1995, in località Colli di Monte San Giovanni Campano, costo la vita a tre operai.

Incendio Pontecorvo 2

Un mestiere, quello del pirotecnico, che in provincia di Frosinone è considerata una vera e propria arte ma che è di estrema pericolosità. Tornando all'intervento di ieri mattina, è stato grazie all’impiego di 9 unità VF della sede centrale e del distaccamento di Cassino con il supporto di mezzi APS (Auto Pompa Serbatoio) e ABP (Auto Botte Pompa) che tutto è andato per il verso giusto. 

Il pronto intervento delle squadre dei Vigili del Fuoco ha consentito un rapido spegnimento delle fiamme evitando la propagazione dell'incendio ed esplosioni di materiale pirotecnico. Nel sinistro è rimasto lievemente ferito un dipendente della fabbrica, affidato ai sanitari del 118 e successivamente trasferito in ospedale per ulteriori accertamenti. L’intervento si è concluso alle ore 14:30 con  le operazioni di smassamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione fabbrica fuochi d'artificio: la ricostruzione ed i precedenti drammatici (foto)

FrosinoneToday è in caricamento