Cronaca

Scontata la pena in Italia, rumeno obbligato a tornare nel suo Paese d'origine

Il trentaseienne era agli arresti per il reato di violenza sessuale. In passato era fuggito in Romania per non essere catturato

Accusato di violenza sessuale, dopo aver espiato la pena, un rumeno di 36 anni è stato accompagnato direttamente alla frontiera dai poliziotti della questura di Frosinone. Il provvedimento nei confronti dello straniero è stato emesso dall'ufficio di Sorveglianza di Frosinone. Per la cronaca va detto che l'uomo dopo la condanna per violenza sessuale, per eludere la cattura, si era rifugiato nel paese nativo. Ma  successivamente, grazie alla collaborazione con la Romania, l’uomo è stato estradato in Italia al fine di dare esecuzione alla pena detentiva per  il reato di violenza sessuale. Il pugno duro che soprattutto ultimamente stanno adottando anche le altre nazioni sta dando buoni risultati. Coloro che delinquono sanno che non potranno sfuggire al carcere, nemmeno se ritornano nel loro Paese di origine. Lo sa molto bene il trentaseienne che ha dovuto scontare vari anni di reclusione presso la casa circondariale di via Cerreto nel capoluogo ciociaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontata la pena in Italia, rumeno obbligato a tornare nel suo Paese d'origine

FrosinoneToday è in caricamento