rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca

L’ex Frosinone Rai Vloet in guai seri: emergono nuovi dettagli sul tragico incidente che è costato la vita ad un bambino

Da quanto riportato dal quotidiano olandese ‘De Telegraaf’ , il centrocampista viaggiava ad una velocità di oltre 200 km orari e con il tasso alcolemico due volte più del consentito

Continuano i guai per l’ex Frosinone Rai Vloet. Il calciatore in forza all’Heracles, squadra che milita nella massima serie olandese, è stato purtroppo protagonista, lo scorso novembre, di un tragico incidente stradale. Il centrocampista era a bordo di un veicolo che si è schiantato contro un'auto su cui viaggiava una famiglia di quattro persone vicino a Hoofdorp, nell'Olanda settentrionale. Purtroppo lo schianto ha provocato la morte di un bimbo di 4 anni e gravi lesioni ai genitori, mentre l’altra bambina di appena un anno è rimasta miracolosamente illesa. Vloet è stato prima arrestato e poi rilasciato in attesa di chiarire le dinamiche dell’accaduto.

Il fatto, come riporta calciomercato.com, ha generato grande commozione in Olanda tanto che il calciatore, appena ha rimesso piede in campo, è stato accolto in malo modo dai tifosi. In attesa delle indagi, infatti, l'Heracles aveva scelto di dare una chance al suo calciatore e di fidarsi della sua versione dei fatti e così, sabato 15 gennaio, è tornato a disputare un match ufficiale dopo la tragica vicenda. 

Ma poi – si legge su calciomercato.com – è arrivato negli ultimi giorni un articolo del quotidiano De Telegraaf a proiettare tutt'altra luce sui fatti e sul calciatore. Il principale quotidiano olandese ha la possibilità di consultare in esclusiva il rapporto di polizia sui fatti e i dati delle perizie. Risulta, secondo il quotidiano, che la prova dell'etilometro cui Vloet si è sottoposto dopo l'incidente ha fatto segnare un livello di 1,18 della pressione sanguigna (massimo consentito 0,50) e che l'auto guidata dal calciatore viaggiava a oltre 200 chilometri orari, nettamente al di sopra del limite dei 130. E tutto ciò ha messo in grave imbarazzo la dirigenza dell'Heracles.

Il direttore generale Rob Toussaint, dopo avere reso noto che il calciatore è stato messo fuori squadra, ha affermato che il club in questa vicenda è stato vittima della propria buona fede, per essersi fidato della versione minimizzante dei fatti data da Vloet. Adesso l'ex canarino rischia seriamente di non rimettere più piede in campo, ma di dover disputare partite ben più importanti: quelle per cercare di evitare il carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ex Frosinone Rai Vloet in guai seri: emergono nuovi dettagli sul tragico incidente che è costato la vita ad un bambino

FrosinoneToday è in caricamento