Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Roccasecca

Fare Verde: “300 mila tonnellate di rifiuti di Roma sversati abusivamente nella discarica di Roccasecca”

“La Ciociaria? Distretto della monnezza”. Così l’associazione ambientalista a fronte dell’esito del sopralluogo dell’Arpa Lazio nell’impianto ormai chiuso. Si parla di 304.426 tonnellate di immondizia trasferite dalla Capitale tra 2016 e 2021

Fare Verde Frosinone, alla luce della relazione stilata dall’Arpa Lazio dopo un sopralluogo, lamenta che “tra gli anni 2016 e 2021 sono stati sversati abusivamente nella discarica di Roccasecca ben 304.426 tonnellate di rifiuti provenienti da Roma”.

L’impianto di proprietà della Mad srl, la società di Valter Lozza – arrestato assieme all’allora dirigente regionale del ciclo dei rifiuti, Flaminia Tosini – è notoriamente chiusa da quattro mesi per via dell’esaurimento del quarto invaso e della rinuncia della stessa Mad alla realizzazione del quinto bacino. Voci di corridoio, intanto, parlano di una possibile riapertura del sito di Cerreto tramite atto di autorità. Il sindaco Giuseppe Sacco, nel caso, è pronto a restituire la fascia tricolore.

Oltre a sollevare la questione degli esuberi in termini di tonnellate, la sezione provinciale di Fare Verde vuole sapere quanto è alta la collina di rifiuti per capire bene i dati sull’altezza autorizzata (16 metri e 70 centimetri). Da qui l’appello alle istituzioni affinché effettuino una verifica del piano altimetrico e rendano pubblico ogni risultato ottenuto.  

La relazione post-sopralluogo dell’Arpa Lazio

“Da una prima analisi della documentazione acquisita in sede di sopralluogo - si legge testualmente - non avendo riscontrato una esatta corrispondenza tra i quantitativi dei rifiuti autorizzati con quelli annotati nel registro di carico e scarico dei rifiuti, si è proceduto ad eseguire una estrapolazione delle Determinazioni Dirigenziali che si sono succedute nel corso degli anni quali modifiche sostanziali e non sostanziali”.

È risultato chiaro che “dal 2016 al 2021 sarebbero state autorizzate ad essere abbancate nella discarica di Roccasecca 739.441 tonnellate di rifiuti.  Dalla verifica dell'Arpa invece risulta che ne sarebbero state abbancate, 1.041.867 tonnellate, cioè 302.426 in più”.

Fare Verde: “Ciociaria? Distretto della monnezza”

“L’Arpa ha attenzionato anche la provenienza dei rifiuti dando indirettamente ragione a Fare Verde, in maniera specifica per l’anno 2020 e per i primi quattro mesi del 2021 – comunica il nucleo provinciale dell’associazione ambientalista - In questo quadro si evince che i rifiuti provenienti dalla Saf, quindi dal consorzio dei comuni della provincia di Frosinone che fanno parte della stessa Ato di cui la discarica di Roccasecca è asservita, sfiorano il 30 % senza mai raggiungerlo. Le società di raccolta e smaltimento della Capitale, Ama e Giovi, invece, superano abbondantemente il 55% del totale conferito”.

“I dati evidenziano che   la maggior parte dei rifiuti provengono dagli impianti E. Giovi S.r.l. (36,28 per cento nel 2020 e 33,33 per cento nel 2021) e Ama S.p.a. di Rocca Cencia (17,74 per cento per il 2020 e 16,09 per cento per il 2021), impianti di trattamento meccanico-biologico dei rifiuti urbani ricadenti nell’Ato Roma”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fare Verde: “300 mila tonnellate di rifiuti di Roma sversati abusivamente nella discarica di Roccasecca”

FrosinoneToday è in caricamento