rotate-mobile
Cronaca Ferentino

Ferentino, avvelenata da un fungo, salva grazie al trapianto di fegato

Una donna di 65 anni, rimasta intossicata insieme al marito lo scorso fine settimana, è stata operata all’Umberto I di Roma

Salva per miracolo o meglio grazie alla bravura e competenza dei medici del centro trapianti dell’Umberto I di Roma. Stiamo parlando di una donna di 65 anni alla quale, nelle ore scorse, è stato trapiantato un nuovo fegato dopo che il suo era stato “distrutto” dal veleno contenuto nel pericolosissimo fungo Amanita Phalloides.

La donna era stata trasferita d’urgenza venerdì scorso dall’ospedale di Frosinone dove era arrivata insieme al marito in pessime condizioni dopo che la sera prima avevano mangiato i funghi (uno dei più pericolosi anche perchè sono molto simile alla specie commestibile chiamata ovulo) che aveva raccolto proprio l’uomo in un posto non lontano dalla loro casa di Ferentino.

Non è escluso, vista la velenosità, del fungo ingerito che nei prossimi giorni lo stesso intervento possa essere necessario anche al settantenne che per ora si trova in una situazione stazionaria e costantemente sotto controllo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferentino, avvelenata da un fungo, salva grazie al trapianto di fegato

FrosinoneToday è in caricamento