Ferentino, scoperta discarica abusiva con rifiuti speciali e sei auto

Denunciata una 48enne albanese residente in città dai carabinieri, in questo terreno aveva realizzato anche un manufatto senza rispettare la legge

Aveva fatto diventare un terreno di sua proprietà una vera e propria discarica abusiva o meglio una sorta di mini sfascio di macchine in cattive condizioni. Per questo motivo i carabinieri di Ferentino hanno denunciato una 48enne albanese residente in quel centro, poiché ritenuta responsabile della realizzazione di una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi non autorizzata nonché di opere edilizie in assenza delle previste autorizzazioni.

La scoperta sul terreno di 1200 metri quadrati

In particolare, gli accertamenti effettuati dai militari operanti consentivano di appurare che la donna aveva realizzato, su un terreno di sua proprietà di circa 1200 metri quadrati, una discarica abusiva contenente rifiuti pericolosi e non, (pneumatici, materiale ferroso, materiale plastico combusto, scarti edili nonché, n.6 autoveicoli fuori uso e varie parti meccaniche e di carrozzeria). Nel corso degli accertamenti, è emerso inoltre che la stessa aveva realizzato anche un manufatto, di oltre 200 metri quadrati, in assenza delle prescritte autorizzazioni. Sia la discarica che il manufatto venivano posti in sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giudice di Pace di Frosinone annulla le multe emesse durante la quarantena

  • Coronavirus, ecco come si è arrivati ai cinque nuovi positivi, dopo il periodo 'Covid free'

  • Bimba azzannata alla testa da un cane, trasferita a Roma in elicottero

  • Valmontone, la banca gli chiede 14 mila euro, lui si oppone e vince una causa con 18 mila euro di risarcimento

  • Troppa fretta di venire al mondo e Noemi nasce nel letto di mamma e papà

  • Beccati con il tachigrafo manomesso, ritirate tre patenti a degli autotrasportatori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento