Ferentino, condannato per duplice omicidio stradale beccato con la droga

Un 35 enne della zona già conosciuto alle forze dell’ordine non ha rispettato la restrizione degli arresti domiciliari

In barba ai divieti attuali legati all’emergenza sanitaria per la diffusione del coronavirus ma anche alla restrizione degli arresti domiciliari un 35 enne di Ferentino (Frosinone), condannato per duplice omicidio stradale per aver causato con la sua auto nell’ottobre del 2017 la morte di Giancarlo Marrandino, ingegnere presso lo stabilimento FCA di Piedimonte San Germano e della moglie Rosaria Orlando, è stato beccato dai carabinieri all’esterno del suo condomino.

Le immagini del drammatico incidente

L’uomo, come detto già conosciuto dalle forze dell’ordine anche per il reato di rapina, dopo esser stato fermato ed identificato è stato trovato con della cocaina addosso e per questo motivo è stato, nuovamente, segnalato per uso personale di sostanza stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento