menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incastrata un’altra furbetta ciociara del reddito di cittadinanza: si fingeva povera per intascare il sussidio

Dai controlli dei carabinieri di Ferentino è emerso che una 47enne del posto non versa affatto in condizioni di indigenza. È stata denunciata per truffa ai danni dello Stato. “Rubati” migliaia di euro che dovrà restituire all’Inps

In Ciociaria la serie dei furbetti del reddito di cittadinanza si allunga “grazie” a una 47enne di Ferentino. La stessa, come è emerso durante l’attività investigativa dei carabinieri della stazione locale, si è finta povera per incassare il noto sussidio diretto ai meno abbienti. Si parla di migliaia di euro “rubati” dalla denunciata, che ora dovrà restituire all’Inps. 

La donna e i suoi familiari non conducevano affatto una vita di stenti. Per questo è stata denunciata per truffa ai danni dello Stato e per violazione della Legge 26/2019, quella del Reddito. Gli accertamenti, come spiegano i militari dell’Arma, sono stati condotti vagliando la reale sussistenza dei requisiti richiesti alla donna, controlli estesi anche al nucleo familiare convivente.  

Le indagini dei carabinieri di Ferentino 

Le attività preliminari di osservazione e controllo, l’interrogazione delle banche dati anagrafe ed INPS e le successive acquisizioni documentali, hanno consentito ai militari operanti di cristallizzare in maniera compiuta le condotte delittuose poste in essere dall’indagata che, con dichiarazioni mendaci, indirizzate agli organi competenti attestanti le proprie condizioni di vita indigenti, otteneva indebitamente il contributo per il “reddito di cittadinanza”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento