Arrestato per maltrattamenti verso i genitori torna libero ma ruba, riportato in carcere

Il fatto è accaduto a Ferentino dove l'uomo in poche settimane si è macchiato di diversi reati. Nell'ambito dei controlli anti-Covid servizi di prevenzione anche ad Alatri

Un 46enne di Ferentino, arrestato e poi scarcerato per maltrattamenti a danno dei genitori, è tornato in carcere. I carabinieri di Ferentino hanno dato esecuzione di ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Roma. L'uomo già censito per reati contro la persona ed il patrimonio - per reati di maltrattamenti in famiglia commessi in Roma nei confronti dei propri genitori con i quali conviveva -, dopo un breve periodo di detenzione gli era stata concessa un misura cautelare meno restrittiva, ovvero quella dell’obbligo della presentazione alla alla Polizia Giudiziaria. Il nuovo arrestato è scaturito dalla pericolosità sociale dimostrata dal predetto dopo la scarcerazione, poiché nella prima decade del corrente mese veniva denunciato in stato di libertà sempre dai Carabinieri di Ferentino per furto aggravato, ricettazione, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. 

I controlli anti-Covid 

Sempre a Ferentino i militari della Stazione, al fine di limitare la diffusione del contagio da Covid-19, nella mattinata di ieri in occasione del mercato settimanale hanno eseguito una serie di controlli lungo le vie del centro storico al fine di sensibilizzare gli avventori circa il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, invitandoli ad evitare situazioni che potessero creare assembramenti. Nel corso del servizio sono stati controllati sette venditori ambulanti ed identificati 30 avventori

Prevenzione ad Alatri

Nell’ambito di servizio teso alla prevenzione e repressione dei reati predatori, i carabinieri della stazione di Alatri hanno proceduto al controllo di tre persone di nazionalità rumena, un 45enne ed un 31enne entrambi domiciliati a Frosinone (di cui il 31enne già censito per reati contro il patrimonio ed altri) ed un 35enne domiciliato nella provincia di Roma (già censito per reati contro il patrimonio e la persona). A carico degli stessi, che si aggiravano senza giustificato motivo nei pressi di esercizi commerciali di quel centro, ricorrendo i presupposti di legge è stata avanzata la proposta per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Alatri per anni tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento