Ferentino, calci e spintoni ai piccoli scolari, venticinque genitori puntano l'indice sulle due maestre

Il prossimo 6 dicembre giorno in cui è stata fissata l'udienza nei confronti delle docenti che operavano all'interno della scuola "Simone Cola" le famiglie tramite i loro avvocati si costituiranno parte civile

piccoli scolari maltrattati

Sono venticinque i genitori dei piccoli scolari dell'istituto scolastico "Simone Cola" di Ferentino che il 6 dicembre prossimo (giorno in cui è stata fissata l'udienza nei confronti delle due maestre accusate di maltrattamenti e di aver abusato dei mezzi di correzione) accompagnati dai loro legali difensori si costituiranno parte civile. 

I comportamenti violenti

I comportamenti violenti ed aggressivi che le due docenti avevano adottato nei confronti dei loro figlioletti, avrebbero segnato profondamente i bambini che ancora oggi, a distanza di tre anni (i fatti si riferiscono agli anni 2014-2015) si porterebbero dietro gli strascichi di quei maltrattamenti subìti. 

Maestre incastrate dalle telecamere

Ad incastrare le maestre alcune telecamere installate all'interno delle  aule dopo che alcune mamme insospettite dal fatto che i loro bambini si rifiutavano la mattina di entrare in classe piangendo disperati e che  avessero incominciato di nuovo ad avere enuresi diurne si erano recate presso la caserma dei carabinieri per chiedere aiuto. Loro volevano sapere quello che succedeva in quella scuola quando lasciavano in custodia i loro bambini. E proprio attraverso la visione di quei filmati era emersa una verità sconvolgente. I bambini venivano trascinati per i polsi dalle maestre, spintonati e strattonati quando non obbedivano ai loro ordini.

I calci ad un bimbo

Addirittura un bambino che si era messo sotto una cattedra per difendersi, era stato preso a calci su tutto il corpo. Per impedire ai bambini di andare al bagno la porta veniva bloccata con una sedia. I piccini venivano strattonati e sollevati da terra come se fossero oggetti inanimati. Nel collegio difensivo gli avvocati  Mario Cellitti e Francesco D’Eliseo del foro di Frosinone. Intanto, le due maestre in attesa che il giudice pronunci la sentenza sono state trasferite in un altro istittuto scolastico 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento