menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferentino, scoperte coltivazioni su terreni inquinati e alte concentrazioni di piombo

Due terreni sono stati sequestrati dai carabinieri forestali intervenuti dopo le analisi dei tecnici dalla Asl

Coltivava cereali su un terreno di 4000 mq sulle sponde del fiume Sacco in una zona inquinata ed interdetta a questa attività e per questo motivo è stato denunciato. Il fatto è avvenuto a Ferentino (Frosinone) località “Volta dei Canonici” dove, nelle ore scorse, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Anagni hanno individuato questo appezzamento di terra che ricadeva nell’elenco delle aree interdette alla coltivazione dall’Ordinanza dell’Ufficio Commissariale per l’emergenza del Fiume Sacco, emanata al fine di scongiurare potenziali pericoli per la salute umana derivanti dalla contaminazione dei prodotti agricoli con sostanze pericolose riscontrate sia nelle acque del fiume che nei terreni limitrofi.  Il fondo è stato posto sotto sequestro preventivo ed il proprietario denunciato alla A.G. per l’inosservanza del provvedimento emesso dalla suddetta Autorità.

Il sequestro di un altro terreno con del piombo

Nella stessa giornata gli stessi militari hanno proceduto altresì al sequestro di un altro appezzamento agricolo di circa 1.500 mq, anch’esso coltivato a cereali ed attiguo a quello sopra citato, in quanto dalle analisi eseguite dal personale tecnico di ARPA Lazio, intervenuto a supporto dei Carabinieri Forestali, su alcuni campioni ivi prelevati, veniva riscontrata una concentrazione di metalli pesanti (piombo) superiore al limite consentito dalla normativa.

Con tale operazione è stata impedita l’immissione nella filiera agroalimentare di un quantitativo di cereali, potenzialmente contaminato, stimato in circa 20 quintali. Continua l’attenta opera dei Forestali della provincia di Frosinone, sotto il coordinamento del Comandante del Gruppo Col. Luisa Corbetta, nel monitorare le aree ripariali del Fiume Sacco, interdette alle coltivazioni, al fine di tutelare la salute e l’incolumità pubblica e di proteggere l’ambiente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento