Cronaca

Ferentino, sospeso l'iter per l'impianto di trattamento dei rifiuti in zona cartiera

Notizie sicuramente positive vengono dall'assemblea di martedì 13 in un'aula consiliare gremita di persone in cui il sindaco Antonio Pompeo ha informato la cittadinanza circa gli sviluppi e le novità nelle procedure amministrative e burocratiche...

Notizie sicuramente positive vengono dall'assemblea di martedì 13 in un'aula consiliare gremita di persone in cui il sindaco Antonio Pompeo ha informato la cittadinanza circa gli sviluppi e le novità nelle procedure amministrative e burocratiche relative all'impianto di trattamento rifiuti per compostaggio in zona Stazione/Cartiera.Presenti il sindaco, l'assessore all'ambiente Franco Martini e i consiglieri comunali Marco Maddalena, Stefania Timi, Maurizio Berretta, Piera Dominici, Marco Valeri e Pio Riggi in una sorta di consiglio comunale "molto aperto".

Il sindaco, Antonio Pompeo, ha presentato ai cittadini il documento inviato dalla Regione come risposta alla richiesta di installazione dell'impianto al vaglio dell'ufficio VIA regionale riconoscendo il ruolo importante delle mille osservazioni sottoscritte dai cittadini e dall'amministrazione comunale. Tutto ciò - ha dichiarato il Sindaco Antonio Pompeo - ha permesso da parte della Regione la sospensione della procedura riguardo l'impianto e lo stesso sta avvenendo da parte della Provincia di Frosinone. Una notizia questa sicuramente positiva - ha dichiarato il consigliere comunale Marco Maddalena - che non mette certo la parola fine alla vicenda, ma pone dei veti forti a chi voleva senza troppi intoppi gravare il nostro territorio dell'ennesima attività nociva ed inquinante, come ampiamente e dettagliatamente dimostrato proprio nelle osservazioni dei tecnici e dei cittadini. Il Comune deve continuare a fare la sua parte per invertire la rotta per un nuovo modello di sviluppo della Valle del Sacco. Una presa di posizione forte della Regione Lazio, che unita a quella assunta dall'amministrazione comunale e dal commissario provinciale dimostrano che la grande mobilitazione dei cittadini spinge le istituzioni ad operare in maniera chiara e soprattutto a tutela e in rappresentanza dell'intera cittadinanza.

Dai tanti interventi del pubblico è emersa sicuramente la persistente preoccupazione sulla condizione ambientale critica del territorio, strettamente connessa con i numerosi e crescenti problemi di salute diffusi tra la popolazione e sulle soluzioni da attuare.

Alessandro Ciuffarella, a nome dei cittadini, ha comunicato la soddisfazione dell'intero coordinamento per questo primo risultato raggiunto e la continuazione della raccolta firme della petizione popolare contro l'impianto, che ad oggi può contare oltre 3mila sottoscrizioni. L'obiettivo è 5mila firme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferentino, sospeso l'iter per l'impianto di trattamento dei rifiuti in zona cartiera

FrosinoneToday è in caricamento