Ferentino, gli vende il telefonino e poi gli spara. La cassazione conferma i quattro anni di carcere

Il brutto episodio è avvenuto oltre 3 anni fa. L'uomo del posto, insieme, ad un amico furono condannati per tentato omicidio

Aveva sparato alcuni colpi di pistola contro il suo creditore che pretendeva gli pagasse il telefonino. I fatti risalgono all'ottobre del 2014 a Ferentino. L'uomo che aveva avuto un diverbio con una persona per questi motivi insieme ad un amico si presentò nei pressi della stazione di Ferentino con una arma e dopo una accesa discussione aveva cominciato a sparare.  

Un persona rimase ferita

In questo frangente venne anche ferito un ferentinate, seppure in maniera lieve. A seguito di tali  fatti G.T. e l'amico vennero arrestati.  Successivamente vennero entrambi processati. Un anno e 4 mesi all'amico per violazione della legge sulle armi e quattro anni e otto mesi al 41enne che venne giudicato con rito abbreviato e   che iniziò a scontare la pena ai domiciliari e poi rimesso in libertà con altre misure restrittive.  

La sentenza della Cassazione

L'uomo, va detto, era stato accusato di tentato omicidio. Nei giorni scorsi la Cassazione respingendo il ricorso ha confermato la condanna. L'uomo dunque è stato nuovamente arrestato per espiare il resto della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

  • Maltempo, in arrivo vento forte e neve sulle colline della Ciociaria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento