Ferentino, vigili costretti a lavorare in situazioni di disagio. Il comune condannato dal tribunale

Il Giudice del Lavoro di Frosinone condanna il Comune di Ferentino al pagamento di 5 anni di indennità di disagio agli operatori del Corpo di Polizia Municipale. A difendere in giudizio i Vigili Urbani ferentinati è ancora una volta la UIL FPL che...

paolo_pandolfi

Il Giudice del Lavoro di Frosinone condanna il Comune di Ferentino al pagamento di 5 anni di indennità di disagio agli operatori del Corpo di Polizia Municipale. A difendere in giudizio i Vigili Urbani ferentinati è ancora una volta la UIL FPL che grazie al

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

meticoloso lavoro degli avvocati Giuliano Risi e Leda Socci è riuscita a far condannare il Comune gigliato al risarcimento dovuto ai suoi operatori di Polizia Municipale, ai quali per 5 anni era stata negata l’indennità di disagio. Un’indennità che, invece, per la Dott.ssa Laura Laureti, Giudice del Tribunale del Lavoro di Frosinone è pienamente dovuta per l’espletamento dell’effettiva attività lavorativa svolta in condizioni di “esposizione ad agenti fisici, chimici, atmosferici e biologici” e, che, come recita la sentenza, “compete al personale dell’area di vigilanza addetto in maniera continuativa ai servizi esterni di viabilità, nonché ausiliario del traffico”. Per Paolo Pandolfi, Segretario territoriale della UIL FPL “ritrovarci sistematicamente a difendere situazioni acclarate che senza motivo le Amministrazioni sospendono, sta diventando quasi imbarazzante. Anche perché non comprendiamo come si debba arrivare ad un giudizio e perdere cause, quando sarebbe preferibile concertare e pagare il dovuto senza arrivare davanti ai Giudici del Lavoro”. Evidentemente le Amministrazioni civiche preferiscono allungare i tempi, che, però, come in questo caso sono stati definitivamente stoppati dalla sentenza del Giudice del Lavoro, che ha accolto pienamente l’istanza del Sindacato difeso dagli avvocati dello Studio Legale Risi di Frosinone. L’Amministrazione ferentinate ora è stata condannata al pagamento, in favore degli operatori di Polizia Municipale, delle indennità di disagio quantificate per 5 anni in oltre 14.000 euro ed anche se ci è voluto il tempo necessario per vedersi riconosciuto quanto dovuto, la UIL FPL è riuscita a fare piena luce su una vicenda che ormai può definirsi conclusa. Pandolfi precisa che “la UIL FPL continua a confermare il suo quotidiano e costante impegno a tutela dei diritti dei lavoratori del pubblico impiego provinciali, rafforzando così la propria disponibilità a fornire assistenza e patrocinio a tutti gli operatori del pubblico impiego ciociaro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, muore in ospedale Massimo Santoro della storica gelateria “Bandiera Blu” di Colleferro

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento