menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio

Foto di archivio

Si reca in un cantiere prima minaccia e poi aggredisce il datore di lavoro ed i carabinieri

L’uomo, un 29enne di origine rumene, è stato quindi arrestato dagli uomini delle forze dell’ordine e posto ai domiciliari

Dopo una telefonata era arrivato su un cantiere nel nord della Ciociaria ed aveva preso a minacciare il suo ex datore di lavoro per cercare di recuperare dei soldi che pretendeva dall’uomo. Dalle minacce verbali si è passati, nel giro di qualche minuto, a quelle fisiche e per fortuna che sul posto erano arrivati i carabinieri che hanno evitato il degenerare della situazione.

Di fatto nelle ore scorse i carabinieri della stazione di Ferentino hanno tratto in arresto C.C.L., un operaio cittadino rumeno 29enne domiciliato in città che ora dovrà rispondere di “resistenza e violenza a pubblico ufficiale e esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose”.

L’uomo, già censito per reati contro il patrimonio e la persona, vantando un presunto credito per lavori da lui eseguiti e non pagati, dopo aver minacciato telefonicamente il suo datore di lavoro, titolare di una ditta edile che stava effettuando dei lavori presso un residence del posto, si è recato presso il cantiere edile danneggiando materiali ed attrezzature ivi presenti.

I militari, allertati telefonicamente dal titolare della ditta, giunti nel cantiere hanno individuato il soggetto segnalato che, alla loro vista, li ha aggrediti dapprima verbalmente per poi spintonarli per evitare di essere identificato. Il 29enne è stato arrestato e come disposto dall’A.G. è stato condotto presso la sua abitazione in regime degli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Alatri on air festival

  • Eventi

    Ferentino, weekend di Pasqua insieme

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento