Fiuggi, botte da orbi alla compagna marocchina. Denunciato 43enne del posto

A Trivigliano scappa dalla comunità In Dialogo ma viene preso e portato in carcere a Frosinone

Oramai stavano diventando una cattiva abitudine ed alla fine la compagna lo ha denunciato. Una donna, 38enne di origine marocchine, stanca di subire le violenze da parte dell’uomo A.G., un 43enne di Fiuggi, con il quale viveva ha trovato il coraggio di denunciarlo e nella giornata di martedì i carabinieri della locale stazione lo hanno denunciato poiché resosi responsabile di “lesioni personali aggravate”.

Le precedenti aggressioni

L’uomo nella serata di martedì per futili motivi aveva aggredito, nuovamente, la  coniuge  procurandole  “un trauma distrattivo del collo”, giudicato guaribile in giorni 5 s.c. dai sanitari del nosocomio sedente nella “Citta dei Ciclopi”. Lo stesso già nella giornata del 2 novembre u.s., si era reso responsabile di un analogo comportamento  e nella circostanza aveva procurato alla donna la “contusione della piramide nasale” lesione questa giudicata guaribile in giorni 10. sempre dal personale del pronto soccorso  dell’Ospedale di Alatri.

A Trivigliano scappa dalla comunità In Dialogo
 
Nel pomeriggio di maretdì a Trivigliano, il personale del comando Stazione Carabinieri di Guarcino hanno tratto in arresto un 41enne  di Pontinia /LT), in esecuzione dell’Ordine di carcerazione emesso in data 20.11.2017 dal Tribunale ordinario di Velletri (RM). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’obbligo di dimora

L’uomo, già sottoposto all’obbligo di dimora presso la comunità “In Ddialogo” si padre Matteo con sedea Trivigliano, poiché resosi responsabile dei reati di “corruzione in concorso a P.U. e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”.  Il 18 ottobre u.s. si era allontanato dalla citata struttura senza autorizzazione,  facendo rientro il giorno 20 ottobre, determinando così da parte dell’Autorità Giudiziaria la sospensione cautelativa della misura a cui era sottoposto.s Espletate le formalità di rito l’uomo veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone, a disposizione della Autorità Giudiziaria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento