Fiuggi, che emozioni alla partenza dell'VIII Tappa del Giro D’Italia

La partenza dell’ottava tappa del giro d’Italia da Fiuggi Città è stata una festa di sport e di colori, con tutte le biciclette e le maglie dei corridori che sono state lungamente applauditi ma, ovviamente, gli applausi più forti sono

La partenza dell’ottava tappa del giro d’Italia da Fiuggi Città è stata una festa di sport e di colori, con tutte le biciclette e le maglie dei corridori che sono state lungamente applauditi ma, ovviamente, gli applausi più forti sono

andati al ciclista di casa Stefano Pirazzi, che dal palco ha promesso buone nuove proprio nella tappa di oggi che vede l’arrivo a Campitello Matese, festa che non è stata guastata neanche dalla fastidiosa pioggia che ha colpito la città termale laziale.

Ma partiamo dalla notte Rosa che ha visto rianimarsi di colpo il bellissimo borgo antico di Fiuggi, che ha saputo accogliere con le sue mostre, i suoi canti ed i luoghi più caratteristici le migliaia di persone che sono volute tornare nel borgo.

Uno ragazzo del nord che accompagnava il giro, uno dei tanti, ad un certo punto ha esclamato: “Come faccio a non mangiare un panino con la porchetta e un buon bicchiere di vino Cesanese” e li insieme ad altri amici si è seduto ed ha divorato quel panino.

Altra sorpresa è stata lo stand della Strada del Vino Cesanese con all’interno la ciammella serronese che le gentili ragazze presenti facevano degustare ad un prezzo modico. Ma nell'insieme è andato tutto molto bene con la notte Rosa, perché la città ha avuto una trasformazione incredibile perché come per magia tutto è diventato Rosa.

Beli anche i momenti frenetici della partenza con gli animatori della giornata di RDS che hanno tenuto banco e con l’arrivo dei corridori per firmare il cartello di partenza di carta e plexiglas. Tanti gli applausi al vincitore della tappa di ieri Ulissi ed a Stefano Pirazzi arrivato con il figlioletto e Contador ancora dolorante per la caduta.

Tra le altre iniative Autostrade per l’Italia ha premiato gli “angeli custodi” della Polizia Stradale. Questa mattina, poco prima della partenza del Giro d’Italia per la tappa Fiuggi-Campitello Matese, Autostrade per l’Italia ha consegnato condivisi riconoscimenti a chi dedica la propria esistenza alla sicurezza sulle strade.

Come anticipato, il premio è andato agli agenti della Polizia Stradale Assistente Capo della Polizia di Stato Andrea Recchioni ( nato a Rieti il 17/07/1974) e Assistente Capo della Polizia di Stato Marco Petroni (nato a Roma il 01/12/1078) in servizio presso la Sottosezione Autostradale di Roma Nord. Altro premio al coraggio, alla generosità e al forte attaccamento al proprio lavoro è stato consegnato da Autostrade all’operatore di Autostrade per l’Italia Luca Parlamenti, per atti di valore alla Stazione di Civitavecchia Sud. Assieme a Carabinieri, Finanzieri, Guardie Forestali, Polizia Provinciale, Polizia Locale …, la Polstrada è nel cuore dei cittadini ciociari, che ben conoscono gli atti di valore ed il sacrificio di chi lavora con serietà e coscienza. E gli applausi, ieri mattina, hanno sottolineato l’affetto per le divise.

Servizio e Foto di Giancarlo Flavi ( vietata la riproduzione delle fotografie)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento