menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiuggi, chiusa una delle due case di riposo potenzialmente abusive. Ecco qual è

Emanata una prima ordinanza richiesta al Sindaco Baccarini dalla Asl di Frosinone. Tra i controlli a tappeto anti-Coronavirus nelle RSA, era stato l'Assessore regionale alla Sanità D'Amato ad annunciare la scoperta delle strutture prive di autorizzazione

Dal Comune di Fiuggi è scattata l'ordinanza di chiusura di una delle due case di riposo potenzialmente abusive di cui si è appresa l’esistenza ieri, domenica 19 aprile, attraverso l’annuncio dell’Assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. Si tratta della “Casa dei nonni”, che sarebbe stata aperta senza autorizzazione all'interno dell’Hotel Concorde

"A seguito di istruttoria condotta dagli uffici competenti - si legge nella nota redatta dal Comune -  è stata predisposta e notificata un'ordinanza di cessazione di attività socio assistenziale per anziani, in regime residenziale, non autorizzata, alla struttura abusivamente condotta da una società di Roma intestata ad una persona straniera, all'interno della struttura ricettiva alberghiera denominata Hotel Concorde, sito a Fiuggi, in via Armando Diaz 568". Viene precisato, inoltre, che "ogni adempimento sarà seguito direttamente dagli uffici al fine di garantire, soprattutto in questa fase di emergenza sanitaria Covid-19, l'ospitalità degli anziani in massima cautela e sicurezza".

È quanto era stato richiesto già da venerdì 17 aprile da parte del Responsabile Sisp Nord della Asl di Frosinone, il dott. Giuseppe Di Luzio, al Sindaco Alioska Baccarini al fine di adottare tutte le misure necessarie alla tutela e sicurezza dei 19 anziani in riabilitazione, che verranno trasferiti secondo le necessità individuali e con tutte le precauzioni del caso. L'ordinanza, nel frattempo, è stata trasmessa al Servizio Igiene e Sanità Pubblica (Sisp) dell’Azienda sanitaria locale, ai Comandi di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, e alla Direzione regionale Politiche Sociali.

La “Casa dei nonni” presso l’Hotel Concorde

Al momento del sopralluogo, effettuato mercoledì 15 aprile dai Tecnici della Prevenzione Asl e dalla Polizia locale, “risultavano presenti nella struttura - recita l’ordinanza n. 40/2020 - 19 ospiti di età compresa tra i 70 e i 90 anni, accuditi e gestiti da due persone identificate professionalmente come infermiera e operatrice socio-sanitaria”. Tutti clienti dell’hotel, secondo la segretaria delle attività socio-assistenziali, ma in base al verbale non è stata fornita alcuna documentazione che lo attestasse. Da parte della Questura di Frosinone, inoltre, la conferma di “mancate comunicazioni da parte dell’Hotel Concorde - si legge ancora – relativamente a persone presenti/alloggiate a qualsiasi titolo” presso l’interna residenza abusiva, denominata “La Casa dei nonni”. Va precisato, infine, che il suddetto sopralluogo era finalizzato all’ottenimento del parere igienico-sanitario in vista dell’apertura di una casa di riposo a nome di una società diversa da quella che è proprietaria dell’albergo.     

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento