rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca cerreto

Botte da orbi a cinque poliziotti penitenziari che finiscono in ospedale

Un detenuto del carcere di Frosinone, per l'ennesima volta, ha aggredito e malmenato le guardie dopo un attimo di follia

Cinque agenti di polizia penitenziaria sono stati aggrediti e malmenati in carcere da un detenuto. Le vittime dell'aggressione hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso. L'increscioso episodio, che ormai si ripete da molto  tempo, è avvenuto nei giorni scorsi all'interno della casa circondariale di via Cerreto a Frosinone.

La lite per futili motivi

Il detenuto, un italiano di 30 anni che era stato accompagnato in ospedale per una precedente colluttazione con i suoi compagni di cella, non appena rientrato tra le sbarre, per futili motivi avrebbe cominciato ad inveire sugli agenti. La discussione è terminata con il pestaggio.

L'arrivo in ospedale

Le guardie carcerarie sono state accompagnate in ospedale dove i medici hanno provveduto a medicare le ferite. La situazione che si è venuta a creare all'interno delle carceri più volte è stata stigmatizzata dal vice presidente del sindacato Sinappe Bruno Caprarelli che ha puntato l'indice sulla carenza di organico.

Le precedenti aggressioni

L'ultima aggressione ad una guardia carceraria risale all'ottobre scorso quando nell'ora d'aria un agente è rimasto ferito mentre tentava di dividere due detenuti nel corso di una colluttazione. L'uomo, che è stato colpito alla testa con un suppellettile da cucina, ha perso conoscenza. Immediata la corsa verso il nosocomio frusinate per scongiurare complicazioni  dovute al  trauma cranico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte da orbi a cinque poliziotti penitenziari che finiscono in ospedale

FrosinoneToday è in caricamento