menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alatri-Frosinone, arrestato il ladro seriale di bar, chiese e lavanderie

Si tratta di un 43 enne della zona, già noto alle forze dell’ordine, che nonostante fosse agli arresti domiciliari continuava le sue scorribande notturne

Poco prima del lockdown era diventato l’incubo dei gestori di bar, ristoranti, sacerdoti e gestori di altre attività commerciali nella zona tra Alatri e Frosinone mettendo a segno diversi furti a distanza di pochi giorni. Furti che inevitabilmente avevano destato particolare scalpore e preoccupazione tra la popolazione. Stiamo parlando di G.P. un 43enne della città dei ciclopi che nelle ore scorse è stato arresto dai carabinieri della locale compagnia che hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare persona emessa dal gip del tribunale di Frosinone e posto agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. Ora dovrà rispondere di furto aggravato e continuato.

Il precedente

L’uomo, già gravato da vicende penali per “furto, danneggiamento, resistenza, lesioni, guida in stato di ebbrezza ed avvisato orale”, era già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la sua abitazione dal 6 marzo scoro, così come disposto dalla competente A.G., poiché sempre autore di vari furti perpetrati nel comune di residenza.

L’aggravamento della sua posizione

L’attuale ordinanza di aggravamento della misura scaturisce dalla veloce e meticolosa attività info-investigativa intrapresa ed eseguita con l’ausilio di apparecchiature tecniche e numerose testimonianze che hanno permesso di appurare con certezza, gli spostamenti dell’uomo nelle notti oggetto di furto e, quindi, di  acquisire univoci elementi di colpevolezza  nei confronti dell’arrestato, quale autore dei numerosi furti commessi ai danni  di “chiese” ed “attività commerciali, mediante l’effrazione di porte e finestre, per poi impossessarsi di denaro custodito nelle casse degli esercizi e negli offertori delle chiese ed in talune di esse nell’asportazione di oggetti sacri.

I furti nei primi mesi dell’anno

L’indagine ha permesso di accertare le sue responsabilità in diverse occasioni: furto di denaro e congegni elettronici presso il bar “Number One” di Alatri avvenuto il 02.02.2020. Il furto di due candelabri e di monete presso la chiesa di Santa Maria della Mercedes di Alatri avvenuto in data 20.02.2020. Il furto di un candelabro presso la Chiesa di San Matteo di Alatri avvenuto il 24.02.2020. Il tentato furto presso la Chiesa Sacratissimo Cuore di Gesù di Frosinone, avvenuto il 25.02.2020. Furto di denaro e candelabri presso la chiesa di Santa Elisabetta di Frosinone avvenuto il 25.02.2020. Furto di denaro presso la Chiesa della Madonna della Concordia di Vico nel Lazio avvenuto il 26.02.2020. Tentato furto presso lavanderia automatica “LAVAPIU’” di Alatri, avvenuto il 27.02.2020. Furto di denaro e tabacchi presso il bar tavola calda “Il caffettiere” di Frosinone avvenuto il 28.02.2020. Furto di denaro presso la chiesa Maria Santissima Regina di Alatri avvenuto il 03.03.2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Alatri on air festival

  • Eventi

    Ferentino, weekend di Pasqua insieme

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento