"Market" della droga in un appartamento del Casermone, arrestato spacciatore di 22 anni

Si tratta di Daniele Verdicchio già conosciuto alle forze dell'ordine per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti è stato sorpreso con circa 180 dosi di cocaina

Spacciatore frusinate finisce in manette e la zona del Casermone nella parte bassa del Capoluogo torna al centro della cronaca di queste ultime ore. E' accaduto nella notte tra venerdì e sabato  scorsi, quando i carabinieri di Frosinone hanno tratto in arresto Daniele Verdicchio, un ragazzo di ventidue anni già censito per reati di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti a seguito di indagine effettuate dalla DDA di Napoli.

L'arresto di qulche ora prima

Il giovane è stato sopreso dai militari mentre si trovava all'interno della piazza di spaccio allestita nell'ormai noto Casermone di Frosinone. Quando i carabinieri hanno fatto irruzione nello stabile lo hanno sorpreso con circa 180 dosi di cocaina oltre a denaro contante e tutto il necessario per la vendita notturna.

L'irruzione dei carabinieri nello stabile

La vigilanza che aveva predisposto Daniele Verdicchio non ha comunque impedito ai carabinieri di accedere nell'appartamento adibito al market della droga dove si trovava il ventiduenne frusinate. Tratto in arresto dopo le formalità di rito è stato condotto nel carcere di Frosinone. Ieri il giovane accusato di detenzione di droga finalizzata allo spaccio, assistito dall'avvocato Tony Ceccarelli, ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere alle domande del pubblico ministero e del gip durante l'interrogatorio tenutosi nel carcere di Frosinone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Concessi gli arresti domiciliari

Al termine dell'interrogatorio il giudice su richiesta dell'avvocato Ceccarelli il quale ha dimostrato che non c'era possbilità di fuga per il suo assistito, ha concesso gli arresti domiciliari. Già nella tarda serata di ieri il ragazzo, a cui verrà applicato il braccialetto elettronico, ha potuto lasciare il carcere di Frosinone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Amazon a Colleferro, al via la selezione per i magazzinieri. Ecco come fare per candidarsi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento