rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca

Processo 'aeroporto', assolti con formula piena Gabriele Picano e Giacomo D'Amico

La sentenza emessa dai giudici del tribunale di Frosinone. L'accusa per entrambi era quella di peculato

Assolti perchè il fatto non sussiste. L'indagine 'Aeroporto di Frosinone' si è conclusa con un gran polverone mediatico e nient'altro. I due indagati, e presidenti in successione della Società Aereoporti Frosinone, Gabriele Picano e Giacomo D'Amico, sono stati scagionati dall'accusa di peculato 'perchè il fatto non sussiste'. Per i giudici del tribunale di Frosinone non hanno utilizzato i fondi statali destinati alla realizzazione della mega struttura per scopi personali.

La stessa accusa era stata formulata anche a carico dell'ex senatore Francesco Scalia che a suo tempo ha scelto il rito abbreviato. Anche in quel caso l'assoluzione è arrivata con formula piena.

L'ex consigliere regionale Gabriele Picano ha esternato la sua gioia attraverso un post pubblicato sulla pagina FacebooK: "il Collegio della Corte di assise del Tribunale di Frosinone mi ha assolto insieme a Giacomo D’Amico perché il fatto non sussiste nel processo che mi vedeva coinvolto per l’aeroporto di Frosinone. Ringrazio l’avvocato Mario Di Sora per avermi difeso in tutti questi anni. Ringrazio la mia famiglia in particolare mia moglie Manuela e mio padre per avermi supportato nei momenti difficili. Finisce un incubo durato anni. Ho sempre avuto fiducia nella magistratura e questa ne è stata la dimostrazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo 'aeroporto', assolti con formula piena Gabriele Picano e Giacomo D'Amico

FrosinoneToday è in caricamento