Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Prende a calci e pugni la ex davanti la figlioletta di 8 anni che chiama la polizia con il cellulare

Come se non bastasse l’uomo ha rubato l’auto della donna dalla quale si stava separando ed è scappato via con la sua borsa ed il suo rolex prima di schiantarsi su di una recinzione

Sotto effetto di stupefacenti si presenta in casa della ex, la prende a calci e pugni davanti la figlioletta e poi le ruba una borsa ed il suo rolex. Questo quanto avvenuto nelle ore scorse nel capoluogo e che ha portato all’intervento degli uomini del Reparto Volanti della Questura e del posto di Polizia Ferroviaria di Frosinone grazie alla prontezza di riflessi della bimba di soli 8 anni.

Gli uomini della forze dell’ordine nella serta di domenica hanno eseguito il fermo di P.G., d’intesa con il P.M. di turno nei confronti di un 40enne che, nonostante la presenza della piccola figlia, non ha esitato a picchiare la moglie dalla quale si sta separando.

L’arrivo a casa e le botte

L’uomo, nel tardo pomeriggio di ieri, si era recato con una scusa presso l’abitazione della donna e, dopo un primo momento di apparente tranquillità, aveva dato in escandescenze iniziando a picchiarla, senza curarsi del fatto che alla scena stesse assistendo la loro bambina di 8 anni. È stata proprio la piccola ad allertare i soccorsi utilizzando il cellulare della mamma, e tutto questo mentre il padre continuava a dare calci e pugni alla donna ormai riversa a terra, incurante delle urla della bimba.

Poi il quarantenne si è allontanato dal posto appropriandosi dell’automobile della moglie e rubandole anche una borsetta di valore contenente una ingente somma di denaro e l’orologio Rolex che la donna indossava.

Giunto a Frosinone si è schiantato con l’auto contro la recinzione della linea ferroviaria, rimanendo nei pressi della massicciata dei binari senza provocare fortunatamente l’interruzione della circolazione dei convogli.

Sul posto è giunto prontamente il personale delle Volanti della Questura. Gli agenti hanno ricostruito tempestivamente quanto accaduto procedendo ad eseguire il fermo dell’uomo d’intesa con l’A.G. per i reati di rapina e maltrattamenti in famiglia, avendo appurato che il quarantenne, già pregiudicato per atti persecutori, minacce, danneggiamento, porto di oggetti atti ad offendere e violazione di domicilio, aveva già in passato reiterato le medesime condotte sfociate nell’episodio di violenza consumatosi poco prima.

L’uomo è stato anche sanzionato e denunciato per aver guidato sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e senza patente perché revocata.

Sempre nel fine settimana appena trascorso i poliziotti del Reparto Volanti hanno denunciato due donne per inottemperanza al foglio di via da Frosinone: una straniera sorpresa a mendicare nei pressi di un semaforo ed una pregiudicata di 26 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende a calci e pugni la ex davanti la figlioletta di 8 anni che chiama la polizia con il cellulare

FrosinoneToday è in caricamento