menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carburanti a prezzi stracciati senza pagare l'Iva. Scoperta evasione da 1,7 Mln di euro

Denunciato dagli uomini della polizia tributaria e giudiziaria in servizio presso l'Agenzia dei monopoli e delle dogane e delle dogane il legale rappresentante di una ditta con sede nella provincia di Frosinone

Non solo acqua nei serbatoi ma anche iva non pagata per quasi due milioni di euro. Ancora una volta la provicia di Frosinone al centro delle cronache per reati legati alla distribuzione e commercializzazione del prezioso liquido. Nel corso dell’attività di verifica per contrastare le frodi nel settore del commercio dei carburanti, la polizia tributaria e giudiziaria in servizio presso l'Agenzia dei monopoli e delle dogane ADM di Frosinone (Reparto Antifrode e analisi dei rischi) hanno accertato una evasione IVA per 1,7 milioni di euro nei confronti di un’impresa con sede legale fittizia nella provincia di Frosinone.

Acqua al posto della benzina

La società, mediante l’utilizzo di dichiarazioni di intento, emesse pur non avendo la necessaria qualifica di esportatore abituale, ha effettuato operazioni di acquisto senza il pagamento dell’imposta sul valore aggiunto. Il legale rappresentante è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino per il reato di infedele/omessa dichiarazione ai fini IVA, nonché occultamento delle scritture contabili.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento