Cronaca

Blitz nel carcere, trovati 9 telefonini, penne usb e psicofarmaci

I detenuti hanno cercato di sbarazzarsi degli apparecchi elettronici gettandoli nel water e dalla finestra

Fruttuosa perquisizione in carcere, nella notte, nella Casa circondariale di Frosinone. Gli uomini della Polizia Penitenziaria hanno infatti esaminato e perquisito ogni anfratto del carcere frusinate trovando parecchio materiale illegale.

60 le persone impiegate nel blitz

A darne notizia è Maurizio Somma, Segretario nazionale per il Lazio del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE: “Blitz notturno presso la casa circondariale di Frosinone. Oltre 60 unità della Polizia Penitenziaria   hanno provveduto ad effettuare una perquisizione straordinaria in due sezioni del carcere Pagliei di Frosinone.

I telefoni nel water e dalle finestre

I detenuti, colti di sorpresa nelle ore notturne, hanno tentato di gettare i telefoni cellulari di piccolissime dimensioni nel water senza riuscirci grazie al pronto intervento degli Agenti. Qualche detenuto ha tentato di disfarai del telefono gettandolo dalla finestra ma prontamente l’oggetto è stato recuperato da alcuni poliziotti. I detenuti più pericolosi hanno tentato di creare disordine in sezione ma la professionalità degli Agenti ha evitato il degenerarsi dell'evento critico.

A fine operazione sono stati rinvenuti ben 9 telefoni cellulari, cavetti usb, macchine rudimentali per tatuaggi, un bidone di frutta macerata per fare la grappa, psicofarmaci, medicinali di vario genere, penne usb. Il S.A.P.Pe esprime il proprio apprezzamento al personale di Polizia Penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Frosinone ed a tutto quello che ha partecipato alla perquisizione ed auspica che venga loro riconosciuto una meritata ricompensa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz nel carcere, trovati 9 telefonini, penne usb e psicofarmaci

FrosinoneToday è in caricamento