Sovraffollamento e aggressioni nelle carceri, l'allarme del segretario CISL FNS Massimo Costantino

Anche nei due istituti della provincia c'è un surplus di detenuti

Un sovraffollamento di 1.046 detenuti considerato che 6.303 risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato del 31 marzo 2018, rispetto ad una capienza regolamentare di  detenuti prevista di 5.257. Ad essere evidenziati sono stati anche i dati che riguardano i due istituti della provincia di Frosinone, quello di Cassino e quello del Capoluogo. Per questi le percentuali di surplus sarebbero rispettivamente di un + 72 e un + 89. 

Aggressioni nei confronti del personale

"Purtroppo al sempre esistente sovraffollamento delle carceri, dovuta ad una riforma fallimentare del governo, dobbiamo segnalare gli innumerevoli eventi critici nei confronti del personale tra i quali quelle delle aggressioni. - commenta Massimo Costantino, Segretario Generale Aggiunto CISL FNS. Fatti che di recente hanno riguardato anche gli istituti ciociari. 

Strutture non adatte ad accogliere detenuti con problemi psichiatrici

"Aggressioni nei confronti del personale dovuti dalla chiusura degli OPG in ambito nazionale ma che hanno scaturito che detenuti con problemi psichiatrici siano stati ubicati in sezioni di osservazione psichiatrica e questo ha scaturito un aumento di aggressioni". Tutto ciò dovuto anche alla poca disponibilità di ospitalità nelle Rems che riescono a soddisfare solo la metà dell'effettiva richiesta. "Se il personale di Polizia Penitenziaria - continua Costantino - da un lato non è stato messo nelle condizioni di poter essere formato, dobbiamo segnalare che le varie istituzioni interessate al problema non sono riuscite ad offrire un servizio efficace, attualmente il controllo sanitario nei confronti dei detenuti risulta psichiatrici sottodimensionato rispetto alle esigenze effettive di richiesta dei detenuti con detti problemi". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento