Cronaca

Controlli a tappeto della Polizia sui soggetti ai domiciliari

L’attività di controllo è volta ad evitare che tali soggetti infrangano i limiti previsti dalla misura cautelare

Controlli a tappeto da parte degli agenti della Questura e dei vari commissariati su quei soggetti che stanno scontando la pena ai domiciliari. L'attività di monitoraggio punta ad evitare che queste persone, incuranti del provvedimento, evadano per “dedicarsi” ad attività illecite.

I limiti della misura cautelare


Giorno e notte la Polizia di Stato sta controllando questi domicili, verificando al contempo la presenza di “amici” non autorizzati. Il Giudice, infatti, può indicare anche limiti e divieti ulteriori quali appunto quelli in ordine ai contatti e alla possibilità di comunicazione con persone diverse da quelle che con cui si coabita. In questo caso, pertanto, è vietato ricevere visite o comunque avere contatti con l’esterno. Nel caso in cui il divieto sussista, le conseguenze sono rilevanti per il soggetto agli arresti domiciliari che, oltre a compiere una violazione autonoma della misura cautelare, quindi un nuovo reato, rischia nell'immediato la sostituzione della misura con una più restrittiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto della Polizia sui soggetti ai domiciliari

FrosinoneToday è in caricamento