Allarme criminalità, la stazione ferroviaria di notte diventa la terra di nessuno

La zona dello Scalo di Frosinone è divenuta meta di prostitute e di spacciatori. Intensificati i controlli da parte della Polizia

Criminalità predatoria, spaccio e prostituzione alla stazione di Frosinone. È quanto emerge dagli ultimi fatti di cronaca consumati proprio nei pressi dello scalo ferroviario.  Già da tempo gli agenti della sezione Volanti stanno operando attraverso controlli mirati nella zona dello Scalo che purtroppo di notte si trasforma in terra di nessuno. E non si tratta soltanto dei senzatetto che alloggiano presso la sala d'attesa della stazione. Le rapine messe a segno negli ultimi tempi nella parte bassa della città rappresentano una cartina tornasole della situazione che si sta ormai radicando nel quadrilatero di piazzale Kambo.

La stazione viene illuminata dalle "lucciole"

Anche la prostituzione si è spostata dalla zona Asi a quella dello scalo ferroviario. L'altro ieri una ragazza di 23 anni accusata di rapina stava cercando di adescare un anziano. Le "lucciole" non potendo più esercitare il mestiere più antico del mondo sull'Asse Attrezzato a causa dell'ordinanza emanata dal sindaco Ottaviani, si nascondono agli angoli della struttura ferroviaria. Di positivo c'è che i  "protettori" a causa di questo stato di cose lamentano "magri incassi". Segno questo che le forze dell'ordine non abbassano mai la guardia e che stanno cercando di arginare il più possibile il deprecabile fenomeno della prostituzione.

Un ritrovo per lo spaccio

Per non parlare di numerosi immigrati richiedenti asilo che sovente vengono sorpresi dai poliziotti della questura a spacciare sostanza stupefacente. Quel chiosco ambulante ubicato nei pressi dell'ex passaggio a livello la dice lunga sull'affluenza di persone che di notte si fermano davanti a quel bancone per acquistare birra e panini.

Intensificati i controlli della Polizia

Gli uomini della sezione Volanti agli ordini del dirigente Flavio Genovesi stanno pattugliando quotidianamente quelli che vengono considerati i "quartiere più caldi" limitrofi alla stazione ferroviaria, Stiamo parlando di via Bellini, via Fontana Unica, via Mascagni e  i giardinetti antistanti la chiesa "Sacra  famiglia"  sovente ricettacolo di assuntori  in cerca di droga e di spacciatori che smerciano la sostanza stupefacente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento